La cucina dell’estate: la caponata di melanzane

In Giovedì Gnocchi, Ultime notizie On
- Updated

Oltre al patrimonio artistico fuori dal comune, una delle caratteristiche che senza dubbio hanno contribuito a rendere la cultura italiana una delle più apprezzate a livello mondiale è sicuramente la tradizione culinaria; un insieme di piatti che vanno dalla portata semplice alla più complessa e raffinata.

Tra questi c’è la caponata, piatto di tradizione siciliana gustato e preparato in tutto il mondo.

Esistono tante varianti di caponata, molto dipende dalle tradizioni locali e anche dalle famiglie. È una pietanza molto versatile, può essere servita calda o fredda, come antipasto o più spesso come contorno ma spesso in passato veniva servita come piatto unico accompagnata dal pane.

Significato del termine

Diversi sono i significati dati al termine caponata, alcuni dicono derivi dal termine capone che fa riferimento al pesce che nel 1700 veniva preparato in agrodolce per le classi più agiate. Ma i ceti più umili non potendo permettersi il pese usavano le melanzane.

Ma caponata potrebbe derivare anche dai termini latini caupone-cauponium e cauponia, cioè osteria-taverna e cibo da taverna.

La ricetta di lameziaterme.it:

CAPONATA DI MELANZANE

Ingredienti per 6 persone:

  • 400 g melanzane
  • 250 g di pomodori maturi
  • 100 g di cuori di sedano
  • 1 cipolla
  • 120 g di olive verdi snocciolate
  • 30 g di capperi
  • 15 g di zucchero
  • 10 g di pinoli
  • ½ bicchiere di aceto
  • ½ bicchiere di olio evo

Preparazione:

Tagliate le melanzane a tocchetti, spolveratele di sale e fatele spurgare per 10 minuti per eliminare l’amaro. Con 4-5 cucchiai di olio in una padella fate rosolare le melanzane per circa 10-15 minuti e poi lasciatele a sgocciolare abbondantemente in una terrina.

Tagliate la cipolla a fettine sottili e fatela rosolare in un tegame.

Tagliate il sedano a dadini e unitelo alla cipolla insieme alle olive snocciolate e i capperi. Finite la preparazione della salsa aggiungendovi i pomodori lavati e passati.

A questo punto sciogliete nell’aceto lo zucchero e unitelo alla salsa, lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco moderato, una volta che gli ingredienti si saranno ben amalgamati aggiungete i pinoli e versate ancora calda sulle melanzane. Mescolate delicatamente e lasciate raffreddare. Servite su crostoni di pane.

Varianti

Le melanzane potete anche friggerle in abbondante olio e al posto dei pinoli potete insaporire con noccioline o mandorle e un ciuffetto di basilico.

Giovedì gnocchi è la rubrica gastronomica di lameziaterme.it aperta a tutti.

IMPORTANTE!! LE NOSTRE RICETTE SONO TRATTE DA QUADERNI DI CUCINA DELLA NONNA E DALL’ENCICLOPEDIA DELLA CUCINA ITALIANA.

Chiunque volesse proporre nuove ricette non esiti a contattarci all’indirizzo e-mail lameziatermeit@gmail.com oppure tramite i nostri canali social.

Valentina Arichetta

Articoli Correlati

Lamezia, una città depressa e amareggiata

La nota dell'Avv. Armando Chirumbolo È un po’ di tempo che seguo con attenzione l’evoluzione delle sorti della città

Read More...

Abbazia florense, Sapia e Parentela (M5S): “Oliverio ancora immobile”

Il caso divenuto nazionale, dell'Abbazia florense Comunicato stampa: «Da anni denunciamo il caso, ormai nazionale, dell'Abbazia florense di San Giovanni

Read More...

Mobile Sliding Menu