LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia, ancora fumi tossici al campo rom di Scordovillo

1 min read

LAMEZIA. Ore di fuoco per la zona sud della città e non solo per il caldo estivo. Nel primo pomeriggio di oggi dal campo rom di Scordovillo si sono levate nuovamente le famigerate nuvole nere dei fumi tossici.

 

Il vento sta espandendo il fumo in tutta l’area limitrofa alla bidonville rendendo l’aria irrespirabile. Sul posto ci sono i vigili del fuoco. L’inquietante problematica dei ‘fumi tossici’ sembrava essere ormai superata grazie all’inchiesta giudiziaria condotta dalla procura che aveva accertato gravi reati contro l’ambiente e la salute pubblica. Invece il fenomeno si sta ripetendo e anche frequentemente;

altri roghi erano stati accesi nei mesi scorsi tanto che era stato  necessario il massiccio intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. I fumi tossici in una giornata di piena estate con circa trenta gradi di caldo sono un vero suicidio per chi vive in tutta la zona del campo che confina con l’ospedale civile, il commissariato di pubblica sicurezza e con un agglomerato urbano dove vivono migliaia di persone. m.s.