LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. Cristiano: “Nella nostra squadra gente pulita che porta avanti una missione”

2 min read

LAMEZIA. “Lamezia non venga ancora una volta umiliata. Questa città, in crisi come non era mai stata finora, ha bisogno di serenità e di rimettersi in carreggiata. Il giudizio pendente sull’incandidabilità dell’ex sindaco Paolo Mascaro costituisce un rischio che la città non può permettersi di correre”.

Lo ha detto l’ex consigliere comunale Massimo Cristiano, candidato a sindaco con due liste civiche, che questa sera ha presentato il suo programma elettorale insieme a candidati e simpatizzanti del suo movimento.

Cristiano ha così motivato le sue perplessità sulla candidatura di Mascaro che, qualche giorno dopo le elezioni (fissate per il 10 novembre prossimo) saprà se è ancora candidabile o meno.

Dovesse risultare incandidabile la sua eventuale elezione decadrebbe, da ciò la considerazione di Cristiano che ha commentato: “Abbiamo fatto parte dell’amministrazione Mascaro, con l’ex sindaco siamo stati sempre leali ma in questa particolare occasione credo che ogni azione e decisione vada ponderata con calma”.

La svolta – “Massimo Cristiano sindaco” e “Nuova Lamezia – Cristiano sindaco”, queste le due liste civiche con cui il candidato a sindaco intende realizzare il suo programma elettorale che punta alla ‘rivoluzione del buon senso’ per ridare a Lamezia la dignità perduta, per efficientare servizi inesistenti o malfunzionanti.

Punta di diamante del programma, la politica di salvaguardia ambientale dettagliatamente illustrata dall’esperto Nicola Rotundo che sarà nominato presidente della Lamezia Multiservizi se Cristiano conquisterà lo scranno di primo cittadino. Rotundo ha spiegato con dovizia di particolari le sue idee progettuali che garantirebbero altri 300 posti di lavoro e che migliorerebbero sensibilmente i servizi riguardanti la tutela dell’ambiente, la salubrità del territorio.

Incalzato dalle domande dei giornalisti, Cristiano ha così commentato la presa di posizione del centrosinistra che ha definito ‘impresentabili’ i componenti della precedente amministrazione citati nella relazione di scioglimento per mafia del Comune, del novembre 2017.

“Io non sono citato in nessuna relazione – ha commentato il candidato a sindaco – Massimo Cristiano è un militare, un servitore dello Stato. Semmai nella relazione sono citati gli atti della giunta di centrosinistra che ha governato la città dal 2005 al 2010”.

“Nelle mie due liste ci sono persone pulite, perbene, che vogliono portare avanti una missione: realizzare un programma concreto che faccia rinascere Lamezia”.

m.s.