LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Differenziata al 57,66 per cento; presto il servizio raggiungerà anche Fronti

2 min read

LAMEZIA. La raccolta differenziata sul territorio comunale ha raggiunto il 57,66 per cento. Un risultato più che positivo considerate tutte le difficoltà e le problematiche insorte negli ultimi mesi a causa dell’emergenza pandemica.

I dati del servizio di raccolta differenziata avviato dall’amministrazione comunale sono stati resi noti questa mattina in conferenza stampa nel salone municipale di via Perugini. Ad illustrare ogni dettaglio del servizio il sindaco Paolo Mascaro, l’assessore all’Ambiente Franco Dattilo, la responsabile del settore Ambiente Asnora Porcaro, l’esperto ambientale Alessandro Vescio.

Nel corso dell’incontro con la stampa è stato ribadito che l’ultimo quartiere cittadino ad essere stato incluso nel servizio di raccolta differenziata è San Pietro Lametino e che il prossimo sarà quello di Fronti. E’ stato puntualizzato che da gennaio a luglio di quest’anno sono state conferite 1500 tonnellate con un risparmio di 300 mila euro circa. Inoltre da settembre sarà aggiornato il vecchio servizio del porta a porta, dove già esistente, con le nuove modalità previste. Quindi l’amministrazione punta sull’implementazione del servizio e anche su maggiori controlli del territorio. Gli amministratori hanno annunciato che saranno installate nuove videocamere e fototrappole. A breve sarà anche emanato un bando per favorire il compostaggio domestico con gli utenti che posseggono un orto o un giardino. Sempre tramite bando saranno assegnate 800 compostiere grazie alle quali i fruitori potranno conferire l’umido nel proprio terreno e si vedranno ridurre sensibilmente l’imposta della Tari. I controlli per il compostaggio domestico saranno effettuati ogni tre anni. Gli esponenti dell’amministrazione e l’ingegnere Vescio hanno lanciato un appello a tutta la cittadinanza invitando i lametini a sempre maggiore responsabilità e senso civico contro l’abbandono dei rifiuti per strada o nelle contrade isolate con la conseguente formazione di discariche abusive. La salvaguardia ambientale deve essere una ‘forma mentis’ per tutti e non solo per l’ente comunale. Altra importante raccomandazione è stata quella di imparare a conferire i rifiuti nei rispettivi mastelli.

Chi sbaglierà il conferimento troverà un tagliando di segnalazione nel mastello dove sarà spiegato in cosa consiste l’errore. A tal proposito gli amministratori hanno ringraziato l’associazione Lamezia rifiuti zero per la fattiva collaborazione offerta proprio nell’ideare il tagliando. A conclusione della conferenza stampa Mascaro ha rimarcato il fatto che non sarà data tregua a chi manca di rispetto all’ambiente e alla città, a chi trasgredisce le regole. La campagna di sensibilizzazione già avviata da tempo sarà ulteriormente potenziata con la diffusione di materiale informativo al fine di rafforzare il senso di appartenenza che ogni cittadino doverebbe avere per il luogo in cui vive. Il sindaco ha anche preannunciato la prossima bonifica della discarica di Bagni e per, lunedì prossimo, l’incontro con gli esercenti dei locali della movida del centro città. Red.