LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. “Galatea e altre maree”, la nuova ‘fatica’ musicale di Maurizio De Paola

2 min read

LAMEZIA. “Galatea e altre maree” è un cd contenente 9 brani musicali per pianoforte a cura del M° Maurizio De Paola che presenterà la sua ultima ‘fatica’ musicale il 6 gennaio alle 18.30 alla Libreria Tavella.

De Paola così descrive il percorso esistenziale che lo ha portato all’elaborazione di “Galatea e altre maree”: “Lungo la mia strada di musicista ho appuntato su un taccuino virtuale tante idee: melodie e sequenze armoniche ispirate prevalentemente da donne, donne importanti che hanno segnato la mia formazione umana. Finalmente era giunto il momento di fissare quelle idee ed è nato questo CD che contiene sette brani completamente inediti e 2 cover. Approfittando dunque del fatto che mi trovassi già in studio di registrazione per la lavorazione di un altro importante cd non mio, mi sono messo all’opera ed ho iniziato a registrare in una calda e lunga estate calabrese i brani contenuti in Galatea e altre maree.


Ma siccome nulla nasce per caso, ho incontrato sulla mia strada tre persone che sono, attraverso le rispettive associazioni, impegnate quotidianamente nel contrasto alla violenza sulle donne: la dott.ssa Anna Fazzari del (Cles), la dott.ssa Renata Tropea e la dott.ssa Caterina Ermio dell’Associazione italiana donne medico (Aidm). Conoscendo meglio il loro operato e di conseguenza quello del Centro Demetra del Comune di Lamezia Terme, ho maturato l’idea che questo lavoro avrebbe potuto richiamare l’attenzione su un argomento di forte attualità che riguarda proprio la donna. Ho deciso di conseguenza, che una parte consistente del ricavato della vendita fosse devoluto alle associazioni sopracitate e da quel momento, tutto il lavoro di realizzazione ha subito un drastico cambiamento sia nei contenuti che nella grafica dalla quale si evince chiaramente la finalità del progetto. La statuetta presente nella copertina del cd che rappresenta proprio Galatea assorta nell’ascolto è diventata l’idea centrale dell’intero lavoro. La serenità e la tranquillità di questa donna incarnano i movimenti delle maree portatrici di vita, di ispirazione e di fermento creativo. Il sogno di ogni musicista è quello di vedere divulgata la propria opera, si sa, gli artisti sono delle persone eccentriche ed anche io lo sono in una buona misura, tuttavia, questa volta, il mio desiderio più grande è quello di poter aprire una piccola breccia nelle coscienze e di farlo attraverso la musica. La musica emoziona, richiama sentimenti forti e fissa le idee nella memoria ma lo fa senza clamore, non in modo sensazionale o cruento. La potenza della musica è quella di insinuarsi nei cuori e di trovarvi dimora, di ispirare ed essere ispirata in un rapporto dialettico e reciproco tra essa e chi è in grado di ascoltarla”.