Lunedì 13 Luglio 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia, Gigliotti (Malati cronici): i posti di riabilitazione tornino in ospedale

2 min read
centro protesi inail
motori-lamezia

LAMEZIA. Il centro protesi Inail che tale non è. L’unità di riabilitazione che ha gli operatori sanitari assunti ma non ha i pazienti

Sulla situazione paradossale venutasi a creare all’Unità operativa complessa di riabilitazione, facente parte del Polo integrato Inail e dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, interviene il comitato malati cronici presieduto da Giuseppe Gigliotti.

Di seguito la nota stampa: “Come volevasi dimostrare e per come i malati cronici hanno sin da subito denunciato viene ora alle luce la beffa del centro protesi. Che mai è stato tale perché in realtà è un centro di riabilitazione. Senza dimenticare che si è fatto scomodare persino un sottosegretario per inaugurare quello che non era. Con l’assenso di qualche deputato e di tutto lo stato maggiore dell’Asp. Tutta enfasi inutile. Un altro pasticcio che dimostra come non possa essere gestita la sanità pubblica.
Bisogna ora spiegare ai cittadini lametini perché i 40 posti letto di riabilitazione assegnati fin dal 2012 all’ospedale di Lamezia non siano stati operativi e perché nel 2018 si decide di spostarli nei locali dell’ex centro protesi Inail pur godendo il nostro ospedale, quello appunto di Lamezia Terme, di locali destinati a tale uso e mai utilizzati.
Cosa si aspetta a far ritornare il centro di riabilitazione all’ospedale di Lamezia Terme assieme ai 40 posti letto?
Chi è responsabile di questa ulteriore incomprensibile operazione deve rispondere così come si è prestato ad una vera e propria presa in giro nei confronti dei cittadini facendo passare per centro protesi qualcosa che nemmeno lontanamente le si avvicina”.