LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Tornano le Giornate Europee del Patrimonio al Museo

3 min read

Dopo il grande successo delle GEP19 dello scorso anno che hanno rilanciato il Museo archeologico lametino, tornano le Giornate Europee del Patrimonio in presenza e nel rispetto delle norme igienico-sanitarie

Sabato 26 Settembre il Museo archeologico Lametino prenderà parte alle Giornate Europee del Patrimonio-GEP2020 con un prolungamento dell’orario di apertura fino alle h. 21.00.

Imparare per la vita” è il tema scelto quest’anno dal MiBACT per questa importante manifestazione culturale, interpretando quello proposto dal Consiglio d’Europa: “Heritage and Heducation. Learning for life”. Si tratta di un appello a meditare sul valore del patrimonio storico-artistico come veicolo di conoscenza del passato, di riflessione sull’attualità e ispirazione per il futuro.

Accogliendo tale invito e consapevole del proprio ruolo nella trasmissione della conoscenza alle nuove generazioni, il Museo organizza per l’occasione l’evento “ARCHEOLOGANDO. Imparando con l’Archeologia”. Si tratta di un’iniziativa dedicata ai più piccoli che prevede una visita guidata al museo e, a seguire, un laboratorio didattico in cui i bambini saranno invitati a dare libero sfogo alle proprie suggestioni. Verranno in via del tutto eccezionale prelevati dei reperti dalle vetrine per mostrarli più da vicino ai partecipanti. Come giovani archeologi alle prese con lo studio dei materiali, verrà loro chiesto di esaminare accuratamente l’oggetto misterioso, di disegnarlo, descriverlo e darne una personale interpretazione su un’apposita scheda. Gli elaborati verranno poi pubblicati sulle pagine social del Museo, per scoprire i loro inediti e originali punti di vista.

Sono previsti due turni per partecipare: uno di mattina (h. 10.00-12.00) e l’altro di pomeriggio (h. 16.00-18.00). L’ingresso è gratuito e la prenotazione è obbligatoria al num. 3490598631. L’età consigliata è 6-10 anni.

Per garantire la tutela della salute del personale e dei visitatori, secondo la normativa e le disposizioni di prevenzione anti-COVID19 vigenti, è obbligatorio presentarsi muniti di mascherina, igienizzare le mani e sottoporsi alla misurazione della temperatura all’ingresso e rispettare il proprio turno di accesso.

Per evitare assembramenti e assicurare il distanziamento sociale, si prevede un numero limitato di partecipanti, che saranno divisi in piccoli gruppi di bambini disposti a distanza di sicurezza in varie sale. Al massimo un genitore per bambino potrà assistere all’evento. Il Museo fornirà fogli, matite e colori appositamente igienizzati e ripartiti tra ogni bambino.

Dalle h. 17.00 alle 21.00  ci sarà l’apertura straordinaria e il personale del Museo, insieme ad alcuni volontari, sarà a disposizione per effettuare visite guidate sia per grandi che per piccini. La prenotazione in questo caso è facoltativa e da effettuare all’indirizzo mail drm-cal.lametino@beniculturali.it.

L’iniziativa è coordinata dalla dott.ssa Rosanna Calabrese, funzionario archeologo della Direzione regionale Musei Calabria.

Red.