LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



Lamezia. Dibattito con Guarascio su associazionismo sportivo e strutture cittadine

2 min read
Lamezia. Dibattito con Guarascio su associazionismo sportivo e strutture cittadine

Nel nuovo punto d’incontro del candidato a sindaco, Eugenio Guarascio sull’isola pedonale di corso Nicotera, si è svolto un partecipato dibattito sulle problematiche che riguardano il mondo dell’associazionismo sportivo e le strutture esistenti in città

Comunicato Stampa

Un’occasione importante per illustrare le tematiche al candidato a sindaco attraverso numerosi interventi di dirigenti sportivi e candidati consiglieri comunali della lista Guarascio Sindaco e del Partito democratico.

Sergio Servidone (Csen), Giampiero Scarpino, volto storico della pallavolo lametina, la candidata Donatella Amicarelli (Lista Guarascio sindaco), Francesco Scarpino (Gascal), Aquila Villella (Pd), Nicola Mazzocca (calcio a 5 femminile), dirigenti della Lucky Friends con il campione di karate Mattia, Giuseppe Costanzo (Scherma), Francesco Strangis (Pallavolo), Pasqualino Rettura (addetto stampa Vigor Lamezia calcio 1919), Antonino Costantino (tennis), Caterina Destito (Pd), Tonino Barberio (Pd) che ha invitato tutti i candidati a sindaco a chiedere ai commissari la proroga del bando che scade il 12 novembre sulle strutture sportive, Antonio Sirianni, segretario cittadino del Pd e Lucia Cittadino (Lista Guarscio sindaco).

Da tutti, un accorato appello al  riapertura delle strutture e al sostegno alle singole discipline che rappresentano un patrimonio importante per la città, non solo dal punto di vista agonistico, ma anche e soprattutto dal profondo valore sociale, educativo e culturale.

Il candidato a sindaco, Eugenio Guarascio ha ascoltato con attenzione tutti gli interventi, raccogliendo spunti e suggerimenti e facendo proprio l’appello dei vari dirigenti delle Associazioni e società sportive anche in relazione al ripristino della Consulta dello sport e al censimento dei siti sportivi esistenti in città.

“Lo sport – ha detto Guarascio – è un fenomeno sociale di grande rilevanza. Tutte le discipline, non solo il calcio, offrono occasioni per fare emergere la città a livello regionale e nazionale. Nessuna disciplina deve essere discriminata. Anzi, più si incentivano e maggiore e la possibilità di coinvolgere giovani. Io penso ad un’idea di città dello sport, perché ogni società impegnata nei vari campionati dà lustro all’intera comunità. Per quanto mi riguarda – ha sottolineato Guarascio – mi impegno fin da ora a creare un apposito gruppo di lavoro che si occuperà delle problematiche esistenti e per intercettare finanziamenti”.

Click to Hide Advanced Floating Content