LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Il Tar accoglie i ricorsi: Comune sciolto, si torna al voto in 4 sezioni

1 min read

Il Tribunale amministrativo regionale per la Calabria (Seconda sezione) ha emesso la sentenza sui presunti brogli elettorali alle comunali 2019 ed ha accolto i ricorsi degli ex candidati a sindaco Massimo Cristiano e Silvio Zizza.

Avendo accolto i ricorsi il Comune viene sciolto in quanto il Tar ha dichiarato l’illegittimità delle operazioni elettorali svoltesi nelle sezioni 2,44,73 e 78.

Il Tribunale amministrativo regionale ha anche annullato il verbale dell’Ufficio Elettorale Centrale del 5 e 9 dicembre 2019, di proclamazione degli eletti alla carica di sindaco e alla carica di consiglieri del Comune di Lamezia Terme.

Conseguentemente il Tar dispone che la sentenza e gli atti del giudizio siano trasmessi alla Procura della Repubblica del Tribunale di Lamezia Terme, al sindaco di Lamezia Terme e al prefetto di Catanzaro.

Il dispositivo è stato emesso, dopo l’udienza tenutasi online nel primo pomeriggio di oggi, dai giudici Giovanni Iannini (Presidente), Martina Arrivi (Referendario estensore) e Gabriele Serra (Referendario).

Gli organi sono sciolti, da lunedì arriverà un nuovo commissario prefettizio ed entro 60 giorni si voterà nuovamente nelle 4 sezioni.

All’esito di questo, i primi due tra candidati a sindaco, faranno il ballottaggio.

Clicca qui per leggere la sentenza.