LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Iniziano domani le riprese del film “L’afide e la formica” con Beppe Fiorello

4 min read

Si è tenuta in tarda mattinata nel salone municipale la conferenza stampa di presentazione del film di Mario Vitale “L’afide e la formica” che sarà realizzato a Lamezia. Le riprese prenderanno il via domani; il protagonista del film, Beppe Fiorello, inizierà a girare lunedì prossimo.

A presiedere la conferenza sono stati il sindaco Paolo Mascaro, il vicesindaco Antonello Bevilacqua e gli assessori Giorgia Gargano e Luisa Vaccaro oltre che il giovane regista lametino Mario Vitale e il produttore Luca Marino. Nel corso della presentazione vi è stata la telefonata in diretta con l’attore Beppe Fiorello che ha catalizzato l’attenzione dei numerosi presenti nella sala comunale. 

La presenza dell’attore è stata evitata in osservanza alle misure di sicurezza anti-Covid; secondo le norme imposte dalla cinematografia di qualche mese fa e nella necessità di non far slittare ulteriormente le riprese del tanto atteso film L’afide e la formica, la produzione ha preferito tutelare il cast evitando contatti diretti in ambienti che se pur controllati potrebbero essere un rischio reale di contagio.

L’entusiasmo per la ripresa dell’attività lavorativa insieme alle piacevoli dimostrazioni di affetto e di accoglienza positiva da parte della città di Lamezia Terme verso un evento del genere, sono stati gli argomenti principali della conversazione. Beppe Fiorello non è estraneo alle realtà particolari che caratterizzano il Sud, ma è nel suo modus operandi fare propria la storia di un territorio, superando quegli stereotipi che da siciliano spesso lo hanno accompagnato per ricercare la bellezza insita dei luoghi che faranno da sfondo alle riprese.

L’attore si è detto piacevolmente meravigliato della tanta storia che cela una città come Lamezia Terme, che sta scoprendo in queste settimane. E, ancora, ha detto di sentire in cuor suo che i tempi sono cambiati e di essere felice del fatto che le nuove generazioni non sono assuefatte alla rassegnazione. “I giovani di oggi – ha commentato – non sono più inclini a lasciarsi etichettare, hanno la forza e il coraggio di cambiare le cose e lo fanno, anche partendo dalla cultura. La Calabria sta vivendo un momento in cui ha voglia di aprirsi alla modernità e ha voglia di cambiamento e io voglio raccontare questo particolare aspetto di questa terra e non i soliti stereotipi”. 

A queste parole sono seguite una serie di riflessioni anche da parte del primo cittadino che concorda in pieno con le parole propositive dell’attore e si schiera dalla parte di quei figli della nostra terra che ce la mettono tutta per portare in alto il nome della propria città natale.

Dal canto suo il regista Vitale, che si trova a lavorare sul suo primo lungometraggio, ha voluto esprimere la sua massima gratitudine alle istituzioni locali promettendo “di fare del proprio meglio perché il film possa rappresentare un prodotto di cui andare fieri in futuro e che rappresenterà indelebilmente nella cinematografia italiana la nostra città”.

Vitale ha rimarcato con fierezza il fatto che si è ritrovato a mostrare luoghi per noi così scontati, ma che agli occhi del cast che è arrivato da fuori regione sono apparsi meravigliosi.

Fiorello, rispondendo alle domande dei giornalisti durante la telefonata, ha affermato di aver visto in Mario Vitale un giovane genuino, ricco di onestà intellettuale e purezza d’animo e che lo ha scelto in maniera diretta per l’interpretazione del personaggio.

Le riprese avranno inizio da domani 5 settembre e termineranno il 10 ottobre, questo vorrà dire che la nostra città vivrà un fermento artistico che non potrà che fare del bene anche da un punto di vista socio-economico per tutte le strutture ricettive che accoglieranno gli attori e le maestranze impegnate nelle riprese. Per riprendere le parole del regista “sicuramente ci saranno dei momenti in cui verrà scombussolata l’ordinaria routine giornaliera di alcune zone della città, ma tutto è orientato ad un fine più elevato”.

A tal proposito il sindaco Mascaro coglie l’occasione perché questa non sia l’ennesima occasione per sterili lamentele, là dove per necessità saranno chiuse al traffico alcune zone cittadine per la realizzazione delle riprese. “La lavorazione del film – ha ribadito Mascaro – sia vissuta come un momento di crescita personale e di cittadinanza consapevole”.

 

Felicia Villella