LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. L’immagine di Adele Bruno su palazzo di città per dire ‘no’ alla violenza sulle donne

2 min read

L’immagine di Adele Bruno, prima donna lametina vittima di femminicidio, sarà proiettata su Palazzo di città di corso Numistrano in occasione del nono anniversario del suo efferato assassinio.

Il 30 ottobre prossimo ricorre l’anniversario di un tragico femminicidio avvenuto in città: 9 anni fa, infatti, fu barbaramente uccisa Adele Bruno. Per ricordare quel tragico fatto di sangue e per rendere onore alla memoria della giovane lametina, la vicepresidente della terza commissione consiliare Rosy Rubino ha deciso di proiettare sulla facciata di Palazzo di città di corso Numistrano, l’immagine di Adele e un pensiero che la ricorda.

Inoltre l’esponente dell’organismo consiliare, d’accordo con i componenti la commissione, ha predisposto un messaggio da veicolare sui social media con il contributo di tutti. E’ solo un piccolo segnale ma vuol essere comunque un messaggio forte per non dimenticare. I numeri, d’altro canto, ci dicono che la violenza sulle donne è un fenomeno drammaticamente presente, secondo l’ultimo report diffuso dalla Polizia di Stato Questo non è amore  con i dati aggiornati al 2019, ci sono  88 vittime ogni giorno: in pratica una donna ogni 15 minuti. “Ciò che abbiamo fatto – spiega la consigliera Rosy Rubino – è dedicato ad Adele, si tratta di un piccolo segnale ma tutto è utile a preservare la memoria, ad esprimere affetto nei confronti dei familiari di Adele il cui dolore è immutato. Ogni gesto è importante per richiamarci tutti verso un’attenzione costante. Non essendo stata ancora formalmente costituita la commissione comunale Pari opportunità a causa dell’emergenza Coronavirus, l’iniziativa è stata assunta dalla Terza commissione consiliare e ringrazio il presidente Giancarlo Nicotera per averla condivisa e sostenuta”. Intanto la città ricorda Adele, onora la sua memoria ed esecra il gesto efferato che le ha tolto la vita. Red.