LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Clamoroso successo a Lamezia per l’organista Manuel Tomadin

2 min read
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

Continua con successo la stagione concertistica, organizzata da Ama Calabria, con un concerto di alto spessore artistico che ha annoverato come protagonista Manuel Tomadin, l’organista italiano più rinomato in competizioni di esecuzioni ed interpretazioni della sua generazione.
Manuel TomadinDiplomato in pianoforte, organo e clavicenmbalo e laureato in clavicembalo, Manuel  Tomadin ha presentato,  presso il suggestivo Teatro Umberto di Lamezia Terme, un ricco programma basato su musiche  del ‘600 e ‘700  firmate da Johann  Bach , Weckmann Matthias, Johann A. Reincken, Baldassarre Galluppi, Domenico Alberti, Giovanni B. Platti e  Antonio Vivaldi.
L’eccellente performance evidenziata ha  messo in luce la profonda preparazione e le encomiabili abilità tecniche e professionali dell’organista inerenti le problematiche  sulla prassi esecutiva della musica rinascimentale e barocca  oltre alle conoscenze interiorizzate dei trattati e degli strumenti dell’epoca.
L’organista  è stato subito apprezzato  dall’attento e qualificato pubblico  per  avere eseguito i vari brani dimostrando  una palese interiorizzazione di essi e per essere riuscito a far apprezzare la bellezza della musica barocca nella sua interezza specie nell’esecuzione della Toccata in Re Bwv 913 e nel Concerto in Do maggiore di Bach, nella Toccata in Re maggiore di Alberti e ancora nel concerto VI delle Stravaganze in Re minore di Vivaldi.
Ad introdurre il pubblico all’approccio dei meravigliosi brani sono stati gli allievi del corso di dizione e recitazione , condotto dall’attrice, regista e drammaturga e  Patrizia La Fonte, che hanno dato un saggio dell’ acquisita educazione della voce presentando, di volta in volta, i brani proposti e delle note sui compositori.
Ospitati presso l’istituto “Sebastiano Guzzi” di Lamezia Terme, in tal modo  i bravi corsisti, tra cui Anna Cardamone e Giulia Pollice, hanno elevato  il tono  della serata e lo spessore artistico del grande organista Manuel Tomadin, attualmente  docente di Organo e Clavicembalo all’istituto Pareggiato “Claudio Monteverdi” di Cremona.
In possesso di un prestigioso curriculum, Manuel Tomadin dal 2001 al 2003 ha studiato presso la Schola Cantorum Basilensis nella classe di Jean Claude Zehnder.
Di grande importanza per la sua formazione sono state le lezioni con i maestri Ferruccio Bartoletti e Andrea Marcon. Svolge intensissima attività concertistica, sia come solista , in assiemi o come acccompagnatore in Italia e in Europa. Ha inciso vari CD per le etichette Brilliant, Bongiovanni, Tactus, Fugatto, Bottega Discantica, Toondrama, Centaur Records, Stradivarius e Dynamic utilizzando soprattutto organi storici del Friuli Venezia  Giulia.
Organista titolare della  Chiesa Evangelica  Luterana  a Trieste, è vincitore di Concorsi organistici nazionali ed internazionali tra cui spiccano il primo Premio a Füssen-Breitenwang-Mittenwald, il primo Premio assoluto allo Schnitger Organ Competition di Alkmaar – Holland 2011 come organista  europeo dell’ Echo 2012.

Click to Hide Advanced Floating Content