Lamezia: Nuovo Cdu, società riconsegnino i titoli sportivi al Comune

In Politica On
Ruberto (FI): Obiettivo comune, riaprire il Palasparti e salvare lo sport lametino

La chiusura dei campi sportivi, del palazzetto dello sport, delle palestre scolastiche e i continui intoppi e problemi che il Comune ha creato alle società sportive in questo anno, hanno causato enormi danni economici alle stesse società sportive per la mancanza di sponsor, di tifosi al seguito e per le spese aggiuntive dovute agli spostamenti della squadra in altre città e, inoltre, difficoltà tecniche dovute alla mancanza di strutture per allenarsi e giocare

Comunicato Stampa

Tutto questo ha portato, tutte le squadre lametine, ad avere risultati diversi e lontani dagli obiettivi fissati ad inizio anno. Ogni giorno, purtroppo, si annuncia che qualche società sportiva getta la spugna e dichiara di non iscriversi il prossimo anno ai vari campionati. Forse, qualcuno non si rende conto del danno economico, sociale e culturale che si viene a creare in questa città, se ancora non vengono risolti questi problemi tecnici (apparentemente banali) da parte del Comune.

Tutte le società sportive, sia pur piene di volontà e decise a lottare, sono in grande difficoltà e non possiamo nemmeno biasimarle se rinunciano a continuare il prossimo anno, ma noi non possiamo subire in modo passivo. Qualcosa dobbiamo smuoverla.

Lanciamo una provocazione: perché le società non consegnano per protesta, simbolicamente (o non) i titoli di proprietà ai Commissari Prefettizi del Comune?

Le varie Leghe Sportive, il Coni, il Prefetto, ma anche il Ministro dello Sport e degli Interni si dovrebbero preoccupare a questo punto. Certo i Commissari, ma anche chi li ha nominati e chi si ostina a mantenerli in carica, si dovrebbe fare un esame di coscienza e risolvere almeno questi problemi. E poi, dai documenti che motivano la proroga allo scioglimento, leggiamo che i commissari sono stati mandati appunto per questo motivo e non perché siamo un paese mafioso. E allora che dobbiamo fare: ridiamo o piangiamo?

Chiudere e dire sempre no è facile, ma loro devono risolvere i problemi. Sono pagati per questo. Gli stipendi dei prestigiosi ed esperti Commissari e dei preparati Dirigenti sarebbero meritati e sacrosanti se almeno dimostrassero di affrontarli questi problemi, altrimenti, meglio lasciare i loro posti ad incompetenti e i loro soldi sarebbe molto meglio spenderli nello sport, nella cultura e nella soluzione degli altri problemi dei lametini, che erano tanti 16 mesi fa, ma che ora sono aumentati a dismisura.

Il coordinatore cittadino del Nuovo Cdu

Giancarlo Muraca

Il presidente cittadino del Nuovo Cdu

                    Giuseppe Muraca

Articoli Correlati

Diocesi di Lamezia: speso più di tutti per restaurare le chiese negli ultimi dieci anni

Vicinanza della Chiesa lametina alle vittime e alle famiglie

Siamo costernati e indignati per la vicenda che ha riguardato un insegnante di religione di una scuola della nostra

Read More...
pier nicola dadone

Crotone. Cambio al vertice al Comando dei Vigili del Fuoco

Con provvedimento del Ministero dell’Interno del 7 maggio u.s. l’ing. Antonino Casella, 1° Dirigente del Corpo Nazionale dei Vigili

Read More...
Maida (CZ). In fiamme nella notte due autovetture

Maida (CZ). In fiamme nella notte due autovetture

Una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Lamezia Terme del Comando di Catanzaro, è intervenuta alle ore

Read More...

Mobile Sliding Menu