LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. Presentato l’evento “In vasca con Rosolino”

2 min read
Lamezia. Presentato l'evento "In vasca con Rosolino"

E’ stato presentato questa mattina, sabato 14 settembre, l’evento che si terrà sabato 21 nella Piscina Comunale ‘Salvatore Giudice’ di Lamezia Terme

Sabato 21 settembre in occasione dell’inaugurazione della stagione agonistica 2019/2020 della Arvalia Nuoto Lamezia, si terrà l’evento “In vasca con Rosolino” che vedrà appunto la partecipazione del campione di nuoto Massimiliano Rosolino.

Presente nella giornata odierna Alfredo Porcaro, presidente FIN Calabria e vice presidente vicario del CONI che sottolinea l’importanza dell’evento in quanto, essendo questo l’anno di chiusura del percorso olimpionico, è importante avere una struttura come la piscina comunale di Lamezia Terme, non solo per la sua centralità ma per le caratteristiche della piscina stessa.

Questo sarà un anno importante – ribadisce Porcaro – perchè alla fine di questo anno sportivo ci saranno le olimpiadi, e come federazione dobbiamo prepararci al meglio. Anche per questo – conclude il presidente – stiamo creando delle partnership con le altre federazioni.

Visibilmente entusiasta il presidente della Arvalia Lamezia, che gestisce l’impianto sportivo di via De Sensi, Simone Bernardini, che evidenzia l’importanza della manifestazione di sabato 21, dove tanti giovani si misureranno in un allenamento collegiale.

Molto interessante sarà la mostra “Artigiani dello Sport” che si terrà dopo l’allenamento nella sala congressi del Savant Hotel alla quale seguirà una tavola rotonda sull’evoluzione del nuoto.

Il campione di nuoto Massimo Borracci, nonchè allenatore della Arvalia Lamezia, fa un “tuffo” nel passato, ricordando i suoi esordi e quello che era il nuoto negli anni ’50. Il nuoto – aggiunge Borracci – negli anni ha preso sempre più piede, grazie alla presenza di eccellenti allenatori, che hanno portato la federazione, da semplice disciplina, a primeggiare nel mondo. E’ da questo input – conclude Borracci – che dobbiamo lavorare per avere sempre più giovani che si avvicinano a questo sport, in modo da poter crescere campioni, non solo di nuoto ma di vita.

g.d.