Lunedì 3 Agosto 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia: presentato oggi il “Galà della Gratitudine”

3 min read
presentato il galà della gratitudine-LameziaTermeit

Presentato il “Galà della Gratitudine”, che avrà luogo domenica 26 agosto alle 21.00 a Villa Grandinetti.

LAMEZIA. È un modo per dire che la Calabria c’è e ringraziare quei calabresi che si sono distinti in ambito professionale portando anche il nome di Lamezia Terme al di fuori dei confini nazionali. Questo lo scopo del Galà della Gratitudine presentato dall’associazione culturale ST Television e che si terrà giorno 26 agosto a Villa Grandinetti, Nocera Terinese.

La gratitudine è il concetto intorno al quale ruoterà questa serata e che spesso viene sottolineato da tutti i relatori presenti alla conferenza stampa di questa mattina.

Come ci spiega sin da subito il giornalista Guglielmo Mastroianni, saranno 22 le personalità di spicco che riceveranno il premio di riconoscimento per il lavoro portato avanti e volto alla valorizzazione del territorio calabrese e delle sue innumerevoli potenzialità.

Saranno premiati professionisti appartenenti agli ambiti lavorativi più disparati: dal procuratore Nicola Gratteri al presidente del Tribunale di Lamezia Terme Bruno Brattoli; dal campione olimpico Giovanni Tocci al giovane cantante Raffaele Renda; dal promoter Danilo Mancuso allo stilista Anton Giulio Grande, che ha portato il nome di Lamezia all’attenzione mondiale. E ancora, i lametini Mario Vitale e Mirko Perri per il loro grande impegno nell’organizzazione del ColorFest;  Valeria Komish, responsabile Metropolitan University Londra e Giovanna Gigliotti, direttore business assicurativo UnipolSai Italia.

Non solo cronaca e ‘ndrangheta – ci dice la giornalista Ansa Maria Saveria Gigliotti – . Dire grazie a qualcuno per qualcosa di positivo diventa un momento di riflessione e di confronto tra chi sarà presente quella sera e che porta in alto la bandiera di questa regione”.

Il Galà diventa un modo per dire che anche la Calabria ce la può fare, che non è solo malaffare e dimenticanza, ma che è popolata da persone che, dal cinema, all’informazione, all’imprenditoria riescono comunque a dire che la Calabria positiva c’è, nonostante le difficoltà tipiche e ben note della regione. La Calabria capace di valorizzare anziché distruggere, e quale modo migliore per farlo se non ringraziando chi ha saputo, con le proprie forze, farsi spazio nel panorama nazionale e internazionale.

Riconoscimenti inoltre per i partner della serata ed esponenti dell’informazione, dello sport, delle associazioni, delle forze dell’ordine e delle imprese lametine e un ricordo speciale alla memoria di Marcello Le Piane.

Presente alla conferenza anche l’associazione Riviera dei tramonti rappresentata da Sergio Servidone e dal presidente onorario Giampiero Scarpino. Un’associazione di promozione sociale che ha lo scopo di dare nuovo impulso al territorio che va sulla costa catanzarese (da Curinga a Nocera) e che in particolare si propone di farlo attraverso lo spettacolo naturale offerto dai tramonti: invitare turisti provenienti da tutto il mondo a “gustare” i tramonti della nostra terra associandovi una promozione turistica reale e di qualità (con voli e strutture alberghiere adeguate). Una associazione non di tipo politico ma manageriale – come ricordato da Francesco Grandinetti – che ha ufficialmente fatto richiesta di poter avere il riconoscimento provinciale del territorio Riviera dei tramonti.

“Speriamo che da questo momento in poi anche noi possiamo guardare alla nostra regione in modo diverso. Basta buttare fango, che già ne abbiamo abbastanza. Dobbiamo apprezzare ciò che di positivo c’è. Dovremmo – conclude Saveria Gigliotti – riappropriarci dell’orgoglio dell’appartenenza a una regione splendida, martoriata sì, ma tanto bella”.

Valentina Dattilo