Sabato 4 Luglio 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Rete civica no discariche organizza banchetto raccolta firme

2 min read
motori-lamezia

Domani sera, sabato 27 Giugno, dalle ore 17 alle 21 su corso Numistrano, angolo piazzetta S. Domenico, e dopodomani mattina dalle 9 alle 13 in piazza Diaz, banchetto per la raccolta di firme sotto la petizione contro l’apertura di nuove e vecchie discariche a Lamezia e nel Lametino

Comunicato Stampa

Tutta la quarantina di associazioni ed organizzazioni aderenti a Rete Civica sono fortemente impegnate nella riuscita delle due manifestazioni.

Galvanizzate dal buon esito della battaglia che è stata condotta per far realizzare l’aula bunker del maxi processo Scott Rinascita a Lamezia, negli immobili della Fondazione Terina, battaglia che è esempio del migliore impegno civico e che ha dimostrato come quando si lavora con abnegazione, determinazione e costanza i risultati si ottengono, le associazioni No Discariche invitano i cittadini a venire a sottoscrivere la petizione, garantendo che saranno rispettate tutte le prescrizioni di distanziamento sociale e di tutela imposte dall’emergenza Coronavirus.

Non si tratta di una petizione di soli no alle ipotesi di riapertura delle due discariche di località Stretto, alla volontà di apertura della terza discarica sempre nello stesso posto e di una seconda discarica privata nel comune di Pianopoli.

Si tratta anche della richiesta di avvio di un serio ed avanzato programma per far diminuire drasticamente la produzione dei rifiuti, per organizzarne ancora meglio la raccolta ed avviare un loro riciclo virtuoso e possibile fonte di guadagno e di sviluppo di nuova imprenditoria e nuovi posti di lavoro.

Si tratta inoltre di chiedere la bonifica delle tante discariche abusive, a cominciare da quelle di località Bagni e di Cava Parisi, e di chiedere con forza e di riuscire ad ottenere l’istituzione del tanto atteso Registro Tumori per monitorare e proteggere la salute di tutti i cittadini ed in particolare di quanti vivono vicini alle discariche, agli impianti di lavorazione dei rifiuti ed al depuratore fognario.

E si tratta infine di proteggere un’idea avanzata di tutela del paesaggio, dell’ambiente e di un sistema agricolo, agroalimentare, turistico e commerciale che è già ora di alta qualità e può e deve diventarlo ancor di più, ma puntando su uno sviluppo ecosostenibile e non certo sulle discariche.

Italia Nostra, Confagricoltura, CIA, Coldiretti, Agricoop Italia, FederAgri, ACLI Terra, Associazione Regionale Allevatori, Parco Agricolo della Calabria, Movimento turismo del vino, Città del vino, Agriturist, Amici della terra, Amici della Montagna, Confesercenti, Confartigianato, CNA, Confcooperative, Lamezia Shopping, Cittadinanzattiva, Associazione Micologica Reventino, L’albero della vite, Movimento Cristiano Lavoratori, ACLI don Saverio Gatti, Amolamezia, Osservatorio Sociale San Nicola, Difesa Consumatori del Lametino, Tribunale del Malato, Comitato Lamezia 4 Gennaio, Comitato Salviamo la Sanità del Lametino, Comitato Malati Cronici, Comitato Lamezia Maltrattata, Comitato Lavoro Sanità Sicurezza, Altrove, Ali sul Mediterraneo, M24A-ET San Pietro a Maida, La compagnia di via Bologna, M24A-ET Comuni dell’Amato