LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Lamezia. Scuole chiuse dal 12 al 28 novembre prossimo

2 min read

Lamezia. Il Comune chiude le scuole dal 12 al 28 novembre.

L’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme informa che, in ossequio alle indicazioni impartite dal Dipartimento di Prevenzione dell’Asp., da domani giovedì 12 novembre e fino a sabato 28 novembre, saranno sospese le attività didattiche in presenza per gli alunni delle scuole dell’infanzia, delle primarie e delle prime classi delle secondarie di primo grado.
La decisione giunge in seguito alla nota dell’Asp di Catanzaro che palesa inequivocabilmente la criticità del momento sottolineando come “la sospensione servirà a ridurre le occasioni di contagio e, di pari passo, a garantire il tempo necessario all’Asp per smaltire i tamponi da analizzare e aumentare lo sforzo organizzativo per il tracciamento dei contatti”.
Viene ribadito inoltre come sussista un inevitabile e “notevole ritardo nella lavorazione dei tamponi nasofaringei e, pertanto, nella trasmissione dei relativi referti. La situazione determina un ritardo nella costruzione dei casi positivi”.
La sospensione giunge, quindi, quale chiaro monito a fare squadra, con notevoli sacrifici per tutti ed in particolare per gli alunni ma cercando di rimediare alle gravi attuali carenze.
Si è cercato in ogni modo di difendere il diritto allo studio ed alla socialità fra studenti, in particolare dei più piccoli, ma non si può ora ignorare l’accorato appello di medici ed operatori sanitari che lavorano quotidianamente ed instancabilmente per la nostra tutela.
L‘attivazione della didattica a distanza (DAD) tutelerà la continuità scolastica in modo strutturato e organizzato cercando di non privare di uno strumento di crescita imprescindibile quale quello rappresentato dalla scuola.
A nome dell’Amministrazione Comunale rivolgo a tutti gli studenti, docenti e personale scolastico un forte in bocca al lupo, sicuro che il sacrificio di queste settimane sarà ricompensato da un graduale ritorno alla normalità ed alla magia che i libri, le penne e quella campanella infondono negli animi di tutti.