LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lamezia. Spettacoli: riprendono le attività di Teatrop

3 min read

Teatrop: al via le attività della compagnia teatrale lametina. Il chiaro intento è quello di lanciare un messaggio socio-politico all’insegna del risveglio dei sensi.

La parola d’ordine è rispetto delle regole“, attraverso uno spettacolo versatile senza esigenze tecniche particolari e nel pieno rispetto delle normative per il contenimento della pandemia, la compagnia teatrale Teatrop riprende la propria attività con lo spettacolo “Kamishibai e altre storie”, con prenotazione obbligatoria.

L’attrice Greta Belometti

La regia e le scenografie sono di Pietro Bonaccurso; aiuto regia a cura di Felicia Andrea De Fazio; prima attrice Greta Belometti. Si tratta di uno spettacolo della durata di circa 50 minuti destinato ai bambini dai 3 anni in su e anche alle famiglie, basato sul metodo giapponese Kamishibai, un’antica forma di narrazione nata nel XII secolo tra le mura dei templi buddisti con lo scopo di trasmettere un messaggio di natura morale.

In origine i piccoli teatri giapponesi, diventati poi itineranti di villaggio in villaggio, erano realizzati in carta, mentre in questo caso la tecnica adottata è mista: si tratta di una valigetta in legno adorna di materiali di diversa tipologia che ben si presta alle rappresentazioni, durante le quali si prenderanno in considerazioni nuovi punti di vista su favole e fiabe dai finali noti.

La pandemia e i lockdown – ci fa sapere il direttore artistico PierPaolo Bonaccursohanno imposto abitudini che hanno costretto i più piccoli ad un uso massivo del digitale, allontanandoli dalla realtà e dal contatto umano, un aspetto imprescindibile per la salvaguardia del proprio io. Noi vogliamo rivolgerci soprattutto a quei genitori che hanno capito quanto questo sia importante, proponendo uno spettacolo facilmente ripetibile anche a livello domestico, proprio grazie alla semplicità dei materiali usati nella scenografia. Ritorniamo a interagire e facciamolo nelle fasce di età più piccole e facilmente suscettibili“.

Il teatro è stato uno dei settori più colpiti dall’emergenza sanitaria, ma gli aiuti statali e quelli erogati dal ministero della Cultura (ex MiBACT) hanno risposto tempestivamente alle esigenze di questa categoria di lavoratori, lo stesso vale per i contributi partiti dalla Regione Calabria, nonostante i piccoli slittamenti temporali che sono ormai una ‘consuetudine’ della pubblica amministrazione regionale.

L’unico monito diretto alla Regione Calabria riguarda i notevoli ritardi sull’emanazione delle graduatorie relative ai bandi regionali del 2020 per il settore spettacolo (Extra FUS), al contrario di altre regioni, che nonostante lo stop delle attività teatrali, hanno comunque lavorato da un punto di vista amministrativo per l’emanazione di circolari, graduatorie e direttive in vista di una futura e prossima ripresa.

Ma “the show must go on!”, quindi per poter partecipare alle nuove iniziative del Teatrop vi invitiamo alla prenotazione obbligatoria, senza la quale nessuno spettacolo potrà andare in scena!

Felicia Villella