Lunedì 6 Luglio 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Le antiche origini della birra, dai Sumeri all’800

2 min read
Birra le origini della bevenda
motori-lamezia

La birra è una delle più antiche bevande prodotte dall’uomo. Scopriamo le origini della birra che risalirebbero addirittura tra il VII e il V millennio a.C.

 

Origini della birra tra Antico Egitto e Mesopotamia

Le tracce scritte risalgono all’Antico Egitto e ai tempi della Mesopotamia. Proprio in Mesopotamia, il reperto più antico è una tavoletta sumera di 6.000 anni fa che raffigura alcune persone intente a bere una bevanda con delle sorte di cannucce da un unico recipiente. E alcune fonti dicono che sempre tra i Sumeri sia nata la professione del birraio.

Parlando degli antichi Egizi, il Codice di Hammurabi, tra le più datate raccolte di leggi scritte (circa 1.750 a.C.), è anche la più antica legge che regola la produzione e la vendita della birra. Tale legge aveva aspetti molto duri, infatti condannava a morte chi non rispettava i criteri di produzione e chi apriva rivendite clandestine. La birra, inoltre, veniva utilizzata durante i funerali e nell’Antico Egitto era usata come medicale naturale. I faraoni erano proprietari anche di alcune fabbriche.

Storia e origini della birra

Le origini della parola birra

La parola italiana birra deriva dal tedesco bier, un prestito del XVI secolo che è andato a rimpiazzare l’antico cervogia, che indicava l’antenata della birra, la bevanda senza luppolo ottenuta dalla fermentazione di cereali, quali orzo e avena, che era molto pastosa e dal colore scuro.
Il termine bier invece si pensa abbia le sue origini nel termine latino volgare biber che significava bevanda.

La birra dal Medioevo all’800

In Europa, l’arte della birra rimase a carattere casalingo per tutto il Medioevo. La più vecchia fabbrica di birra ancora attiva in Europa è il birrificio Weihenstephaner in Baviera gestito da un’abbazia. A partire dal XIV e XV secolo, la produzione di birra passò gradualmente dall’essere un’attività privata e familiare a essere un’attività artigianale: i monasteri cominciarono a produrla in proprio per un consumo di massa.

Con la Rivoluzione industriale arrivarono grandi miglioramenti nell’efficienza del motore a vapore e così cominciò anche l’industrializzazione della birra. Nel XIX secolo nacquero anche le prime case produttrici di birra in Italia come la Wührer di Brescia, la Pasqui di Forlì, la Peroni di Vigevano e la Moretti di Udine.

Antonio Pagliuso