LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Le ricette della domenica: fritte o al forno, a San Giuseppe le zeppole non possono mancare!

2 min read

 Le ricette della domenica di lameziaterme.it oggi vi propone la preparazione di un dolce dell’antica tradizione italiana, le zeppole di San Giuseppe

Si tratta dei gustosissimi bignè che non possono mancare per la ricorrenza di San Giuseppe, la festa del papà che celebreremo nei prossimi giorni.

Per le zeppole bisogna seguire lo stesso procedimento dei bignè, appunto, che sono fatti con la pasta choux. Si possono preparare sia fritte che cotte al forno: l’esito finale è sempre molto goloso e non fa mai sfigurare chi le offre ai propri commensali.

L’origine della ricetta è campana ma, ormai da tempo immemorabile, le zeppole di San Giuseppe sono un dolce nazionale.

Farcite con crema, con panna o con ricotta, decorate con le amarene o le ciliegie candite, raccolgono sempre più consensi dalle Alpi allo Stretto, isole comprese.

Zeppole farcite con panna e amarene

Preparazione per la pasta choux, ingredienti per una ventina zeppole grandi:

300 gr di farina per dolci;

300 ml di acqua;

100 g di burro;

4 uova

un pizzico di sale

 Procedimento

In un tegame antiaderente versare l’acqua ed il burro. Appena l’acqua inizia a sobbollire togliere il tegame dal fuoco. Aggiungere la farina, un pizzico di sale, e mescolare energicamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto omogeneo. A questo punto riposizionare il tegame sul fuoco e mescolare l’impasto finchè non si sarà staccato dai bordi della pentola. Riversare il composto in una ciotola e quando si sarà raffreddato aggiungere le uova. Ogni uovo va aggiunto singolarmente e quello successivo andrà inglobato solo dopo che quello precedente sarà stato perfettamente assimilato nell’impasto.

Zeppola cotta al forno

Zeppole al forno

Dopo aver aggiunto le uova e aver amalgamato il tutto fino ad ottenere un impasto sempre morbido e omogeneo, con il composto si dovrà riempiere una sac a poche. Su una teglia foderata di carta forno si potranno così formare dei bignè o delle girelle di composto che, sapientemente farcite, diventeranno le zeppole. Una volta che i vari bignè saranno posti sulla teglia, adeguatamente distanziati tra loro, infornare a forno caldo a 170° per una ventina di minuti. Dopo che si saranno raffreddate farcire le zeppole con crema di ricotta o crema pasticcera ( a seconda dei gusti) e guarnire con le classiche amarene sciroppate o con le ciliegie candite.

Ciliegie candite

Zeppole fritte

Le classiche zeppole di San Giuseppe

Distanziare le formine create perché, per friggere senza rovinare la forma di ogni bignè, bisognerà ritagliare la carta forno su cui è poggiata ogni zeppola.

Per essere fritta, infatti, con la sua stessa base di carta forno la zeppola dovrà essere trasferita nella padella antiaderente con abbondante olio caldo dove dovrà rimanere fino a quando non si sarà dorata da ogni lato.

A frittura ultimata scolare su carta assorbente e decorare a piacimento. Servire con un buon vino passito o uno spumante dolce rigorosamente made in Italy.