Limbadi, denunciati due fratelli per scarico illegale di rifiuti zootecnici

In Cronaca, Ultime notizie On

LIMBADI. Due fratelli di 55 e 52 anni, titolari di aziende agricole, sono stati denunciati dai carabinieri dopo che i militari hanno scoperto lo scarico illegale di 60 metri cubi di rifiuti zootecnici, lasciati a contatto diretto con il suolo in violazione di quanto previsto dalle norme a tutela dell’ambiente.
Durante un controllo, effettuati dai militari di Limbadi, insieme al personale specializzato Nas di Catanzaro e del Comando Gruppo Carabinieri Forestali di Vibo Valentia, è emerso che i due fratelli avevano scaricato i rifiuti in un’area di loro proprietà senza rispettare i vincoli ambientali. Il terreno su cui erano stati lasciati i rifiuti é stato sequestrato.
Dal controllo dei capi di bestiame di proprietà dei due fratelli è emerso inoltre che molti degli ovini, che avevano già una vita superiore ai 6 mesi, non avevano i boli ruminali, che servono al “censimento” dell’animale e per testarne la sicura provenienza, violando i regolamenti comunitari che disciplinano la materia.

Articoli Correlati

Legambiente, in Calabri abbattuti il 6% degli edifici abusivi

CATANZARO- Solo il 6% delle ordinanze di demolizione di manufatti abusivi disposte a livello nazionale in Calabria viene eseguita.

Read More...

Cosenza, il Comune conia i ‘bruzi’, i gettoni di 20 euro per i bisognosi

COSENZA. Non più buoni spesa, ma "gettoni", cioè monete in metallo del valore di 20 euro ciascuna, denominate "Bruzi".

Read More...

Il vescovo di Cassano parla ai giovani e cita Jovanotti e Sfera Ebbasta

CASSANO ALLO JONIO. Ha scelto di citare due cantanti il vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Francesco Savino, nel

Read More...

Mobile Sliding Menu