LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Liotta: Lamezia Spazio-Generazione 2021, straordinaria occasione

3 min read

“È una straordinaria occasione da concludere soprattutto per la qualità degli interventi previsti, che riguardano l’intera nostra Città.” affema in una nota, Milena Liotta, Commissaria PSI del Lametino

L’inserimento dell’intervento urbano denominato “Lamezia Spazio Generazione 2021“ nel ristrettissimo numero dei progetti pilota finanziati dallo Stato per la rigenerazione urbana, è una straordinaria occasione da concludere soprattutto per la qualità degli interventi previsti che riguardano l’intera nostra Città.

Il progetto prevede una varietà d’interventi che attueranno un miglioramento per la viabilità, le infrastrutture, l’edilizia pubblica e privata, la riqualificazione degli spazi urbani con percorsi storico-culturali, la riqualificazione delle aree collinari e delle frazioni, un percorso di collegamento attraverso il fiume Bagni da Parco Mitoio fino al mare, la riqualificazione della Pineta della Marinella di Sant’Eufemia e il completamento del lungomare, la realizzazione di un ampio percorso di piste ciclabili sull’intero territorio lametino che, per un importo previsto di oltre 18 milioni di euro, potrebbero congiungere anche i territori dei Comuni contigui facilitando il processo in corso di condivisione d’impegni comuni.

E’ la realizzazione del Piano Strategico “Lamezia Terme Città aperta e del Mediterraneo” sul quale mi sono impegnata da consigliera comunale nel 2009 e che allora è stato approvato con deliberazione del Consiglio Comunale dopo che era stato condiviso anche da associazioni e vari settori socio-economici.

Oggi il Piano Strategico di Lamezia Terme anno 2009, rielaborato dall’Ufficio Tecnico e con uno studio di fattibilità tecnico economico, è approvato in questo nuovo progetto Lamezia Spazio-Generazione 2021 e ha la possibilità di essere realizzato per un finanziamento di quasi 100 milioni di euro.

La terna commissariale che guida il Comune ha preso atto “che il programma presenta una concreta possibilità di ottenere contributi atti a migliorare la qualità dell’abitare all’interno del territorio comunale con particolare riferimento ai centri storici”.

Pertanto, si proceda con decisione e nella massima trasparenza, ma si abbia la netta determinazione che la Città non può disperdere un intervento di questa entità e di questa rilevanza.

Gli interventi di preparazione sono stati adeguati e i tempi, anche se ristretti, sono stati rispettati per un progetto che alla fine è stato valutato e risultato essere tra i pochissimi ammessi al finanziamento.

Ora aver rispettato i tempi non può diventare un ostacolo né un pregiudizio perché allora si dovrebbe concludere che se i tempi non fossero stati rispettati e il progetto non fosse stato presentato sarebbe stato nella norma.

Che nel nostro Comune ci siano tempi diversi per la normale amministrazione sono noti ed è anche nota la grave carenza di Personale che impedisce sempre una tempistica adeguata. Ma questa volta ce l’abbiamo fatta, ringraziando quanti si sono impegnati per la finalità.

Se vi sono sospetti o dubbi nel merito, si faccia chiarezza, ma si proceda con decisioni appropriate alla necessità di poter attivare gli interventi previsti.

Avvieremo nella Città e nelle zone direttamente previste dai vari interventi e cioè San Teodoro, Sambiase Nord, San Pietro Lametino, Parco Mitoio, Caronte, Sant’Eufemia, incontri con i Cittadini per far conoscere i singoli interventi e le risorse previste per ogni intervento con la finalità di seguire insieme l’evolversi della progettazione e dell’esecuzione di tutti i progetti previsti.