LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Lost in… You: un thriller o semplice serie tv spazzatura?

3 min read

Per il nuovo appuntamento di Lost in… è arrivato il momento di recensire You, una serie tv thriller statunitense uscita nel 2018 e basata sui romanzi You e Hidden Bodies di Caroline Kepnes.

Il protagonista è Joe Goldberg, un ragazzo apparentemente riservato che fa il libraio a New York. Sul posto di lavoro ha modo di incontrare una ragazza di nome Beck con la quale inizia una relazione e per la quale matura di giorno in giorno una reale ossessione. Il timido Joe infatti è in realtà un maniaco ed assassino, con addirittura dei precedenti che coinvolgono la sua ex fidanzata.

Beck

Nella seconda stagione cambia città ed identità. Catapultato in questa nuova vita, incontra Love con cui inizia l’ennesima relazione. La ragazza rivela una personalità disturbata, violenta e brutale, arrivando addirittura a a pareggiare la perversione del killer per “eccellenza”: Joe.

Le virgolette vogliono conferire una certa ironia al termine “eccellenza”, per l’appunto. Joe Golberg infatti non eccelle, non è un cattivo particolarmente persuasivo o intelligente. Le motivazioni che lo muovono non hanno alcuna argomentazione fondata, niente che renda interessanti i suoi delitti. Se spesso infatti capita di provare empatia ed affezionarsi paradossalmente proprio al villain piuttosto che al personaggio positivo di una storia, questo non è assolutamente il caso di You e del suo protagonista Joe.

Joe

Joe Goldberg è il simbolo della pochezza, una nullità fatta carne. Non c’è niente che lo renda avvincente, niente che faccia provare un qualche brivido o ambiguità nel fruitore. Genera solo fastidio e disappunto; e perciò chi guarda queste serie tv rimane sempre sulla medesima linea di pensiero senza pensare neanche per un secondo di “appoggiarlo” sulla base di un qualche disegno interiore o superiore. Joe agisce soltanto in virtù della propria stupidità mascherata da un egocentrismo per nulla stuzzicante tra l’altro. Questo personaggio non ha assolutamente niente che possa renderlo minimamente interessante.

Joe Goldberg è uno dei personaggi meno sensati e peggio costruiti nella storia delle serie tv. La new entry Love tra l’altro rappresenta un ulteriore zero assoluto. Naturalmente anche la serie è caratterizzata dalla medesima mediocrità e rappresenta lo specchio fedele e riflesso dei suoi personaggi. In sostanza You rappresenta ciò che definisco “serie tv spazzatura”; perché, se dalle serie non impegnate, romantiche o teen ci si aspetta o si ricerca, per certi versi, una pochezza di contenuti, da un thriller invece ci si aspetta altro.

Love

È prevista purtroppo una terza stagione e l’unico motivo per proseguire la visione sarebbe la speranza di vedere Joe definitivamente sconfitto dagli eventi, ma non può esserci alcuna certezza in merito. Quindi meglio non rischiare.

Sconsiglio assolutamente la visione di You perché è persino più brutta di 13 reasons why e non ho bisogno di aggiungere altro.

Simona Barba Castagnaro

Click to Hide Advanced Floating Content
pizzeria
mozzarellone