LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Mafie e scommesse, catturata latitante

1 min read
Controllo mafie su mercato scommesse on line, arresti

Le mafie si sono spartite e controllano il mercato della raccolta illecita delle scommesse on line. E' quanto emerso al termine di tre diverse indagini delle procure di Bari, Reggio Calabria e Catania, coordinate dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo che hanno portato all'arresto di 68 persone e al sequestro di beni in Italia e all'estero per oltre un miliardo, 14 novembre 2018. Il volume delle giocate, riguardanti eventi sportivi e non, scoperto dagli investigatori di Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, è superiore ai 4,5 miliardi. ANSA/ UFFICIO STAMPA COMANDO GENERALE GDF +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Ivana Ivanovic arrestata in Montenegro, ricercata da novembre

REGGIO CALABRIA. E’ stata catturata in Montenegro Ivana Ivanovic, latitante dopo essersi sottratta al fermo nell’ambito dell’operazione “Galassia” condotta dal Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Reggio Calabria e dallo Scico con il coordinamento della Dda di Reggio Calabria reggina che aveva portato alla luce, nel novembre scorso, il patto tra le mafie per spartirsi il mercato delle scommesse.

L’arresto della donna, a seguito delle indagini dei finanzieri reggini e dello Scico in collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia del Dipartimento di Ps del Ministero dell’Interno, è stato fatto in esecuzione di un mandato di arresto Internazionale emesso dal Tribunale di Reggio Calabria.

L’operazione aveva rilevato l’esistenza di una pluralità di associazioni per delinquere operanti sul territorio nazionale nel settore della raccolta del gioco e delle scommesse con i marchi “Planetwin365”, “Betaland” ed “Enjoybet” le quali sono risultate in rapporto con la ‘ndrangheta.