Medici per diritti umani: immutata la situazione di San Ferdinando

In Attualità On

Il rapporto annuale di Medu parla chiaro: a San Ferdinando è cambiato ben poco

REGGIO CALABRIA. È stato presentato a Reggio Calabria il Rapporto sulle condizioni di vita e di lavoro dei braccianti stranieri nella Piana di Gioia Tauro realizzato da Medu, Medici per i diritti umani. A illustrarlo è stata la coordinatrice nonché autrice dello stesso, Jennifer Locatelli.

La Locatelli ha sottolineato che “per il quinto anno consecutivo dobbiamo purtroppo constatare che sull’emergenza profughi e stagionali di San Ferdinando ben poco e cambiato”.

Il rapporto nasce dall’esperienza condotta negli ultimi cinque anni a favore dei lavoratori migranti.

Sono 3.500 le persone, distribuite in vari insediamenti e utilizzate come manodopera a basso costo dai produttori di arance, clementine e kiwi.

La maggior parte si concentra a San Ferdinando dove permangono gravi carene igienico sanitarie a livello abitativo e di sicurezza.

“Nel lavoro se anche si registra un lieve incremento delle regolarizzazioni, che raggiunge appena il 30% del totale, non vengono sempre rispettati i più elementari diritti ed è spesso a rischio anche la stessa paga”, ha concluso l’autrice del Rapporto.

Redazione

Articoli Correlati

Emergenza Lamezia. Precisazioni del comitato sul documento ufficiale

Su alcuni organi di stampa e social network, è stata riportata la notizia della consegna di un documento da

Read More...

Meteo. Ecco il primo freddo, in arrivo il Ciclone di Neve

Si preannuncia un week end di maltempo per la nostra regione (altro…)

Read More...
Stella Algieri di Cosenza, progetto sui progetto sui micro ortaggi

Una giovane calabrese presenta il suo progetto sui micro ortaggi

Tra i partecipanti anche Stella Algieri di Cosenza con Healthy Smiling, il progetto nutraceutico fast, a base di micro ortaggi 

Read More...

Mobile Sliding Menu