Medici per diritti umani: immutata la situazione di San Ferdinando

In Attualità On

Il rapporto annuale di Medu parla chiaro: a San Ferdinando è cambiato ben poco

REGGIO CALABRIA. È stato presentato a Reggio Calabria il Rapporto sulle condizioni di vita e di lavoro dei braccianti stranieri nella Piana di Gioia Tauro realizzato da Medu, Medici per i diritti umani. A illustrarlo è stata la coordinatrice nonché autrice dello stesso, Jennifer Locatelli.

La Locatelli ha sottolineato che “per il quinto anno consecutivo dobbiamo purtroppo constatare che sull’emergenza profughi e stagionali di San Ferdinando ben poco e cambiato”.

Il rapporto nasce dall’esperienza condotta negli ultimi cinque anni a favore dei lavoratori migranti.

Sono 3.500 le persone, distribuite in vari insediamenti e utilizzate come manodopera a basso costo dai produttori di arance, clementine e kiwi.

La maggior parte si concentra a San Ferdinando dove permangono gravi carene igienico sanitarie a livello abitativo e di sicurezza.

“Nel lavoro se anche si registra un lieve incremento delle regolarizzazioni, che raggiunge appena il 30% del totale, non vengono sempre rispettati i più elementari diritti ed è spesso a rischio anche la stessa paga”, ha concluso l’autrice del Rapporto.

Redazione

Articoli Correlati

Goletta verde di Legambiente in Calabria

Calabria. Inquinati 12 punti esaminati da Legambiente

Risultati della campagna dei tecnici di Goletta verde (altro…)

Read More...
Pino Pascali vedova blu

Catanzaro. Il 24 luglio l’evento Pino Pascali qui non è passato

Mercoledì 24 luglio 2019 il Centro per l’arte contemporanea Open Space di Catanzaro ospiterà un focus sulla figura dell’artista

Read More...
Nuovo CDU chiede dimissioni volontarie dei commissari

Lamezia. Nuovo CDU: velocizzare realizzazione opere Agenda Urbana

Fra poco si sarebbero persi i finanziamenti di più di 18 milioni di euro erogati al Comune di Lamezia

Read More...

Mobile Sliding Menu