Meteo: in arrivo anticiclone delle Azzorre ma al sud crollano le temperature

In Attualità, Ultime notizie On
- Updated

Da oggi il grande anticiclone delle Azzorre arriva sull’Italia, ma al sud soffiano venti freddi di Tramontana

L’arrivo sul nostro Paese di un vasto fronte anticiclonico, che terrà lontane le perturbazioni per diversi giorni, ci regalerà – dal punto di vista del tempo – un anticipo di primavera. Ma non sarà così per tutte le regioni.

Continua l’instabilità residua al sud, con nuvolosità irregolare a tratti intensa con precipitazioni temporalesche su:

  • Molise;
  • Puglia;
  • Appennino campano;
  • Basilicata orientale;
  • Sicilia tirrenica;
  • aree meridionali tirreniche e settentrionali joniche della Calabria.

Quota neve a partire da 700 metri su Molise e Appennino campano.

Inoltre da oggi, martedì 12 febbraio, tutta Italia sarà assoggettata a venti freddi in discesa dal nord Europa che colpiranno soprattutto medio e basso Adriatico e sud. Su queste zone il clima si manterrà a tratti più rigido con crollo delle temperature e circolazione di venti piuttosto intensa, in particolare al sud, a causa di un vortice depressionario situato sulla Grecia.

Si registrerà dunque un clima molto freddo, con colonnina di mercurio in prossimità o al di sotto dello zero, di notte e al primo mattino, piacevole di giorno. In particolare, le temperature sono previste in deciso calo su:

  • Puglia;
  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Sicilia.

Soffiano già raffiche di Tramontana a più di 60/70 km/h con mari molto mossi e locali mareggiate lungo le coste più esposte con onde alte oltre i 3/4 metri specie sulle coste di:

  • Puglia;
  • Basilicata;
  • Calabria ionica.

L’aria più fredda oggi contribuirà a un moderato calo termico anche al settentrione e sulla Sardegna, quest’ultima colpita da forti venti di Maestrale a più di 90 km/h.

Anche nella giornata di domani, mercoledì 13 febbraio, avremo ancora ventilazione dai quadranti settentrionali su buona parte del sud, in particolare sulle regioni che si affacciano sul mar Ionio, con possibili raffiche a oltre 80/90 km/h.

Al sud potrebbero verificarsi ancora deboli piovaschi sul Salento e neve sui rilievi calabro-lucani e della Sicilia orientale oltre i 500-600 metri; dalla serata attesa invece una generale attenuazione della copertura e dei fenomeni con ampie aperture.

Per il prossimo weekend, sebbene sia ancora piuttosto presto, è previsto bel tempo da nord a sud e temperature leggermente al di sopra della media, specialmente al centro-nord.

V.D.

Articoli Correlati

festa della liberazione

Collettiva Tonne libere: è 25 aprile tutti i giorni!

11 aprile 1944 Ai miei cari figli, quando voi potrete forse leggere questo doloroso foglio, miei cari e amati figli,

Read More...
Tragedia del Raganello, il dolore di Oliverio

Il presidente Oliverio celebra il 25 aprile a Tarsia

Questa mattina il presidente della Regione Mario Oliverio parteciperà a Tarsia, all’ex Campo di internamento di Ferramonti, alla ricorrenza

Read More...
Catanzaro. Incidente stradale a Santa Maria, due feriti

Catanzaro. Incidente stradale a Santa Maria, due feriti

Di due persone ferite è il bilancio dell'incidente stradale avvenuto poco prima delle 10.00 di questa mattina nel centro

Read More...

Mobile Sliding Menu