O mia bella Madonnina… a Nicastro, però!

In Fede&Spiritualità, Ultime notizie On
mia bella madonnina nicastro

E’ la stele votiva, dedicata a Maria, posta nelle strette adiacenze della Chiesa domenicana: ogni qualvolta ci passo, penso alla Madonna collocata all’ingresso del porto di Messina.

La tutela mariana è assicurata per terra e per mare: vale qui come per la città dello Stretto la sua parola; Vos et ipsam Civitatem benedicimus, dice lei, ovvero “Benediciamo voi e la vostra Città”.

Me lo auguro, francamente, in questi tempi, che per Lamezia, paiono proprio difficilissimi!

A proposito, confinando il discorso dentro il Latinorum, cosa vorrà dire quella scritta ai piedi della colonna? Proviamo a trascriverla e a darne una rapida ri-codificazione in lingua italiana.

Te

Dominam Reginam

Huius Civitatis

Matrem

Clerus Populusque

Neocastrensis

Plaudentes Eligunt

Cordi Tuo Immaculato

Se Devovent

D. MCMLIX

 

Libera traduzione

Il Clero ed il Popolo di Nicastro, rendendone omaggio, scelgono Te come Madre Regina di questa città e si affidano al tuo Cuore immacolato (nell’anno del Signore 1959).

Nel 60° di questa anniversario, ci siamo quasi, ormai, speriamo in una sua particolare benedizione: Salve Regina…

Prof. Francesco Polopoli

 

Articoli Correlati

Rosario Piccioni

Precari Sacal, Piccioni: De Felice incontri al più presto sindacati e lavoratori

Certamente l’incontro avvenuto ieri tra i rappresentanti della Sacal e alcune delle forze sindacali riconosciute è un segnale positivo,

Read More...
Porto di Gioia Tauro, sequestrati 115 kg di cocaina

Porto di Gioia Tauro, sequestrati 115 kg di cocaina

Operazione Gdf-Dogane, la sostanza avrebbe fruttato 23 mln alle cosche (altro…)

Read More...

Lamezia, Confintesa: “Continua il sit-in degli stagionali Sacal”

"Dopo due giorni di presidio davanti l'aereostazione di Lamezia Terme, continua il silenzio assordante da parte dei dirigenti Sacal

Read More...

Mobile Sliding Menu