LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Modernamente vintage: viaggio in un mondo green

2 min read

Il secondo appuntamento della rubrica Modernamente Vintage oggi ci propone la parola green, ovvero le tante declinazioni sul tema riguardante il rispetto ambientale e l’ecosostenibilità.

La parola di oggi è green:” verde, ecologico, rispettoso dell’ambiente.” Quindi, adottare comportamenti compatibili con l’ambiente, allo scopo di non sprecarne le risorse. Ma green, ecosostenibile, può affiancarsi anche a fashion(moda, tendenza), intesa proprio come stile e scelta di vita. Fortunatamente l’attenzione e il rispetto verso il pianeta e l’ambiente sono in continuo aumento. A passi lenti, ma decisi, ci avviamo ad una nuova era ecosolidale.

E, questa sensibilizzazione sociale, come è giusto che sia, si manifesta sempre più forte in molti brand fashion, che hanno scelto di utilizzare risorse naturali, sicure e rinnovabili, per realizzare linee di abbigliamento ed accessori ad impatto zero. Gli stilisti si sono avvicinati alla cultura del riciclo, maturando una coscienza green, scegliendo di utilizzare tessuti e materiali alternativi, privi di sostanze nocive.

La tendenza è di ridare vita ai vecchi tessuti, come può essere il denim riciclato. Ma i processi creativi non hanno limite e ci sono capi realizzati grazie ad un filo ricavato dalla conversione di bottiglie di plastica, recuperate e trasformate e ancora, collezioni ecosostenibili, che sfruttano la bioplastica. Sulle passerelle si sono visti sfilare abiti d’alta moda, realizzati con tessuti da materiali riciclati e di recupero.

Sino alla novità più recente: si tratta di eco-borse, un marchio tutto italiano fondato nei giorni del lockdown; borse colorate e unisex ispirate allo spirito anticonformista ed ecologista delle nuove generazioni. Fortunatamente e, più semplicemente, possiamo scegliere di essere green e fashion ogni giorno: dall’attenzione di un gesto banale e sottovalutato, come evitare di far cadere le mascherine usate lungo la strada o, scegliere, di cestinare le bottiglie di plastica anziché lanciarle in mare.
Non è necessario compiere gesti eclatanti, ma piccoli e rispettosi, per noi stessi e l’ambiente che ci circonda. Perché le nostre azioni riflettono ciò che siamo.

Simona Trunzo