LameziaTerme.it

Il giornale della tua città



#nonsolo25novembre sportelli ascolto itineranti: scuola, famiglia, life

2 min read
#nonsolo25novembre

La comunicazione non violenta come passo fondamentale nell’educazione, nella formazione e nella crescita

Comunicato Stampa

A tal proposito, il 22 e il 24 novembre, a partire dalle 9.30, nelle scuole di Maida e San Pietro a Maida, si terranno i laboratori di comunicazione non violenta promossi dal CDA Calabria ODV e dall’Istituto Comprensivo Statale di Maida.

Le parole cambiano la realtà, cioè il nostro modo di stare con gli altri. Parlare è un atto di identità, perché le parole che usiamo dicono chi siamo“.

Questo il concetto cardine delle due manifestazioni, moderate da Graziella Catozza, presidente del CDA Calabria ODV rete regionali sportelli di ascolto antiviolenza e fragilità, e che vedranno la partecipazione del professor Giuseppe De Vita, Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Statale di Maida, dei docenti, della referente per il bullismo e il cyberbullismo la professoressa Graziella Ferrise e delle istituzioni.

Lo svolgimento del laboratorio sarà curato dalla psicologa Martina Perazzone, dell’associazione Senza Nodi. Quest’ultima molto attiva sul territorio, anche su tematiche sociali che riguardano infanzia e adolescenza e che per l’occasione presenta la fiaba “Parole come pesci” scritta da Sina Mazzei.

Le due giornate faranno da cornice all’avvio degli sportelli d’ascolto dedicati a scuola, benessere e famiglia, e life promossi da CDA Calabria ODV, presieduta da Graziella Catozza

“Gli sportelli nascono per la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza – In questa giornata, ho scelto l’art. 12 della Convenzione ONU, perché ascoltare un bambino è un dovere degli adulti e un diritto delle persone di minore età poter esprimere, sempre, la propria opinione quando si assumono decisioni che le riguardano. Un bambino è pienamente in grado di poter dire ciò che prova, vive, di cui ha bisogno, sta agli adulti garantirgli relazioni capaci di favorire il suo ascolto. Senza ascolto non può esserci rispetto e piena tutela!”

Click to Hide Advanced Floating Content