LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Nuovo CDU: i commissari prefettizi intervengano sul campo rom di Scordovillo

3 min read
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

Nel lontano 30 ottobre 2018 ci eravamo già rivolti, con una richiesta e una lettera aperta, agli allora Commissari Straordinari del Comune di Lamezia Terme per portare alla loro attenzione la situazione del campo rom e perché ottemperassero alle indicazioni del Prefetto

Comunicato Stampa

La situazione di quel periodo era problematica e allora avevamo posto l’attenzione sul campo Rom di Scordovillo.

Già allora sostenevamo che i Commissari Straordinari avevano i pieni poteri e quelli giusti per poter smantellare il campo in questione, anche con l’aiuto del Ministero degli Interni, e anche con il Ministero dell’Ambiente e con quello della Salute.

Oggi vogliamo che affrontino e risolvano questo problema senza perdere ulteriore tempo. Già allora denunciavamo le condizioni disumane in cui vivevano queste famiglie all’interno del campo, ma portavamo anche all’attenzione il pericolo di lasciare il campo Rom in queste condizioni sia per gli stessi Rom ma anche per l’intera collettività lametina. La commissione straordinaria, allora come oggi, ha il potere per poter finalmente risolvere uno dei problemi principali di Lamezia. Non ci dimentichiamo che ancora esiste una indicazione del Prefetto in tal senso.

Quello che è successo ieri al campo Rom di Scordovillo non può essere sottovalutato e nemmeno considerato un evento fortuito ed occasionale. Una città paralizzata e con la viabilità in tilt, un’aria irrespirabile e i treni fermi. Chi ieri è rimasto in città, in qualunque punto fosse, ha potuto notare e subire gli effetti delle fiamme e dei fumi. Immaginatevi cosa ha sopportato chi per esigenze particolari è dovuto stanziare nelle vicinanze e chi abita lì vicino per non parlare dei numerosi pazienti del vicino ospedale.

Anche oggi, purtroppo come allora, alla guida del Comune di Lamezia abbiamo i Commissari Prefettizi e anche questa volta lanciamo un appello per intervenire e risolvere questa situazione e smantellare il campo. I Commissari hanno pieni poteri e poteri straordinari e loro, quindi, avrebbero anche capacità economiche, liberi da “paure e da vincoli” che i politici locali non sono in grado di scrollarsi di dosso. I ministeri degli Interni, dell’Ambiente e della Salute entrerebbero di diritto e con pieno titolo nell’intervento.

Questo campo è un grave pericolo in quanto non controllabile e centro di illegalità e malaffare, inoltre provoca, non solo con i fumi, inquinamento ambientale che purtroppo non ha niente di meno dell’Ilva di Taranto. Per non trascurare l’aspetto sanitario sia degli stessi Rom ma anche dei numerosi cittadini che purtroppo si ammalano per le conseguenze dei continui roghi. Dobbiamo aspettare che i poveri ammalati e soprattutto i loro familiari, si decidano a fare un’azione comune (class action) per aver contratto certe malattie come sta succedendo a Taranto e in tanti altri luoghi?

Noi a Lamezia abbiamo la “sfortuna” di avere spesso i Commissari Prefettizi, almeno possiamo avere la “fortuna” di avere persone valide per riuscire a smantellare questo campo?

I commissari, aiutati dai ministeri, hanno la possibilità e la libertà di agire senza condizionamenti e con poteri pieni e quindi non possono accampare scuse.

Non ci siamo riusciti con il Commissario Alecci, ma questa terna commissariale, con a capo il dott. Priolo, potrebbe approfittarne per essere ricordata per aver risolto almeno un grave problema che sta a cuore ai cittadini e non essere menzionata e ricordati solo per le decisioni negative e il degrado di Lamezia Terme.

Il coordinatore cittadino del Nuovo Cdu
Giancarlo Muraca

Il presidente cittadino del Nuovo Cdu
Giuseppe Muraca

Click to Hide Advanced Floating Content