Occupazione Teatro Grandinetti: il punto di vista della Consulta delle Associazioni

In Politica On
Lamezia. Finita occupazione teatro Grandinetti: gli spettacoli slitteranno di una settimana

In riferimento agli avvisi di garanzia in seguito alla pacifica protesta riguardante l’occupazione del Teatro Comunale, trovandosi coinvolti esponenti della Consulta delle Associazioni ci preme esprimere il nostro punto di vista

Comunicato Stampa

Premettiamo di avere piena e incondizionata fiducia nell’operato delle forze dell’ordine che hanno svolto le indagini e altrettanta  fiducia nel magistrato che ha formulato gli avvisi di garanzia.

Vogliamo però ribadire con forza che i componenti della Consulta sono professionisti e persone per bene, stimati e apprezzati da tutta la cittadinanza nonché incensurati.

Per quanto riguarda le specifiche accuse contestate, non è  di nostra pertinenza rispondere in quanto trattasi di materia a cura degli Avvocati nominati a difesa.

La Consulta delle Associazioni unitamente a molti rappresentanti politici ed istituzionali hanno inteso solidarizzare con le varie associazioni le quali a soli tre giorni dell’avvio delle attività si sono viste negare la possibilità di completare un percorso atletico e artistico con la realizzazione dei saggi di fine stagione.

I genitori dei bambini, raggiunti dai rappresentanti delle varie associazioni, in maniera del tutto spontanea si sono ritrovati ad avviare una protesta pacifica per rivendicare i loro diritti negati dalla improvvisazione ed inefficienza di alcuni dirigenti comunali i quali, nostro malgrado, continuano imperterriti ad usare un atteggiamento che sta portando la Città allo sfascio.

Non si capivano le motivazioni della chiusura poiché fino a pochi giorni prima si erano tenute delle rassegne teatrali. Non si sono capite neanche dopo poiché a seguito della protesta il Teatro è stato, seppur momentaneamente, riaperto. Qualcosa non torna.

Ringraziamo il Presidente della Giunta Regionale On. Mario Oliverio che è intervenuto a sostegno delle Associazioni che vedono negati diritti fondamentali di partecipazione di spazi e servizi, ringraziamo tutti i partiti politici e associazioni di categoria, gli On.li D’ippolito e Furgiuele che sono stati sempre a sostegno delle Associazioni.

Siamo tranquilli e fiduciosi che i veri responsabili dello sfascio lametino usciranno fuori e che, alle tante associazioni che svolgono la loro missione, affidondosi alle esclusive risorse degli associati, i lametini sapranno riconoscere il loro impegno in favore della crescita sociale, culturale e sportiva della Città.

Il direttivo della consulta delle associazioni

Articoli Correlati

Italia Nostra: spiaggia della Marinella di Pizzo schiaffo alla decenza

Italia Nostra: spiaggia della Marinella di Pizzo schiaffo alla decenza

Una delle realtà turistiche più belle e rinomate della Calabria (altro…)

Read More...
Perugini: l’aeroporto è ancora una risorsa per Lamezia Terme?

Sacal, mancanze societarie ma chi paga sono i lavoratori

In considerazione degli incontri sostenuti fino ad oggi e la massa di promesse e di impegni a risolvere le

Read More...
calendario polizia di stato

Paolo Pellegrin firma il Calendario Polizia di Stato 2020

La Polizia di Stato inizia a svelare il progetto del calendario istituzionale edizione 2020 (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu