LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Maria Rosaria Omaggio nei panni di Oriana Fallaci con Le parole di Oriana

2 min read
Teatro Le parole di Oriana

Le parole di Oriana, in scena al teatro Grandinetti per la stagione teatrale di AMA Calabria, con protagonista Maria Rosaria Omaggio, celebra l’indimenticata e indimenticabile scrittrice e giornalista Oriana Fallaci (1929-2006). Una delle voci più preponderanti e allo stesso tempo scomode a cavallo tra il ventesimo e il ventunesimo secolo, raccontata in uno spettacolo dallo stile “minigonna”, vale a dire «abbastanza lungo da coprire l’argomento e abbastanza corto da non annoiare.»

Maria Rosaria Omaggio racconta Oriana Fallaci

La Omaggio, pienamente innestata nei panni della Fallaci, ha esposto i pensieri della scrittrice fiorentina riguardo le tematiche che ne hanno caratterizzato la lunga carriera: le donne, «il sesso inutile» secondo un suo famoso libro, la libertà di opinione, le guerre, le abitudini, le interviste, la solitudine («Io sono laureata alla Sorbona della solitudine.»), i tanti amori liberi ma allo stesso tempo fedeli fino alla malattia.

L’attrice romana, famosa su grande e piccolo schermo e il cui esordio risale al 1976 con il film di genere poliziesco Roma a mano armata, ha dato voce alle parole forti della Fallaci, prima donna inviata di guerra (guerra del Vietnam 1967 N.d.R.). Parole che nel corso dell’ultimo turbolente decennio hanno assunto una veste quasi profetica, per certi versi, e che senz’altro tutt’oggi sono oggetto di discussione.

Omaggio Le parole di Oriana

Le parole di Oriana, profetiche e controverse

La voce di Maria Rosaria Omaggio, grazie alla magia del teatro e al supporto musicale al pianoforte di Cristiana Pegoraro, ha riportato tra noi Oriana Fallaci in un crescendo di dichiarazioni, confidenze e idee intrise dal più celebre stile giornalistico e narrativo della Fallaci. Uno stile sempre schietto e diretto che lungo la sua esistenza – e specie dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 – ha messo Oriana al centro di innumerevoli controversie, ma che allo stesso modo ne mantiene viva più che mai la memoria.

Le parole di Oriana è uno spettacolo che, se non riesce certamente a svelarci tutta la gamma di sfaccettature della Fallaci, ci fornisce una importante lente grazie alla quale riusciamo a carpire il valore dell’attività di Oriana e come scrittrice e come giornalista e come attivista.

Antonio Pagliuso