Operazione “Comune accordo”. 40 misure cautelari e 11 imprese sequestrate

In Cronaca, Ultime notizie On

L’operazione “Comune accordo” si basa su accuse di associazione a delinquere finalizzata a turbare gli appalti pubblici.

COSENZA. In seno all’operazione denominata “Comune accordo”, la guardia di finanza di Cosenza ha eseguito ben 40 misure cautelari con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata a turbare gli appalti pubblici. Inoltre sono state poste sotto sequestro ben undici attività tra società e imprese.

L’operazione, condotta dalle fiamme gialle del Comando Provinciale di Cosenza, è stata effettuata sotto la direzione del
Procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla.

L’esecuzione dell’ordinanza delle quaranta custodie cautelari è attualmente in corso e i particolari relativi all’attività di polizia giudiziaria svolta saranno illustrati nel corso della conferenza stampa che si terrà in mattinata nella  la sede del comando provinciale dellagGuardia di finanza di Cosenza. All’incontro illustrativo prenderanno parte Otello Lupacchini, Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Catanzaro, Eugenio Facciolla, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Castrovillari, col.t.ISSMI Marco Grazioli, Comandante Provinciale G. di F. Cosenza, Ten. Col. Valerio Bovenga, Comandante del Gruppo Sibari, Cap. Francesco Coppola, Comandante della Compagnia di Rossano, e Lgt. cs Domenico Allevato, Comandante della Tenenza di Corigliano Calabro.

Redazione

Articoli Correlati

Allerta meteo, neve sulla Calabria centro-meridionale

Dalle prime ore di sabato 23 febbraio freddo in Calabria, con venti intensi e neve a quote molto basse

Read More...

Cardinale (Cz): minaccia e picchia il padre, arrestato 20enne

Per il giovane applicato anche il divieto di dimora (altro…)

Read More...
commissariato polizia lamezia terme

Lamezia, movida violenta: ennesima rissa con tre feriti e tre denunciati

LAMEZIA. Il commissariato di pubblica sicurezza, alla guida del dirigente Alessandro Tocco, sta ancora indagando sulla rissa avvenuta ieri

Read More...

Mobile Sliding Menu