LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Operazione Crisalide. Quattro arresti per estorsione (Nomi + Video)

1 min read
operazione crisalide Quattro arresti per estorsione. In manette quattro lametini

operazione crisalide Quattro arresti per estorsione. In manette quattro lametini

In manette per estorsione Vincenzo Grande (cl. ’60), Francesco Berlingieri (cl. ’78), Damiano Berlingieri (cl. ’89) e Antonio Miceli (cl. ’91).

 

LAMEZIA. La città della Piana si è svegliata con quattro nuovi arresti avvenuti al termine delle indagini ramificate facenti capo all’operazione Crisalide e legate alla cosiddetta manovra del ‘cavallo di ritorno’.

I carabinieri del nucleo investigativo di Catanzaro e Lamezia Terme hanno messo le manette ai polsi di Vincenzo Grande (cl. ’60), Francesco Berlingieri (cl. ’78), Damiano Berlingieri (cl. ’89) e Antonio Miceli (cl. ’91); Grande e Miceli sono peraltro già detenuti e riconosciuti come appartenenti alla cosca Cerra-Torcasio-Gualtieri. Ha emesso il procedimento il gip del Tribunale di Catanzaro Paola Ciriaco.

Agli arrestati è stato contestato il reato di estorsione ai danni di una donna alla quale, in seguito al furto del furgone avvenuto proprio a Lamezia nel 2015, avevano richiesto prima la somma di 500 euro, poi, previa negoziazione effettuata dal Grande, la cifra di 300 euro.

I gravi indizi di colpevolezza dei quattro sono stati accertati nel corso delle indagini anche grazie alle intercettazioni telefoniche che hanno fatto emergere il concorso materiale e morale di Vincenzo Grande e Antonio Miceli, mentre il furto è stato materialmente eseguito da Francesco e Damiano Berlingieri.

Daniela Lucia