LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Operazione Last Generation: Procura chiede processo per 35 persone

2 min read
Operazione Last Generation: Procura chiede processo per 35 persone

Rinvio a giudizio per trentacinque persone indagate nell’ambito dell’operazione “Last Generation”, che ha portato a scoprire una “cupola” che gestiva un giro spaccio di stupefacenti con base operativa nel Soveratese e proiezioni in altre realtà nazionali ed estere, al cui vertice vi sarebbe stato Vincenzo Aloi, nipote di Vincenzo Gallace, ritenuto a capo dell’omonima cosca di ‘ndrangheta radicata a Guardavalle.

L’indagine, condotta dai Carabinieri della Compagnia di Soverato, venne avviata dopo il rinvenimento di un bidone contenente un notevole quantitativo di sostanza stupefacente, avvenuto nella periferia di Soverato nel marzo 2017.

Nel corso delle indagini, sono state tratte in arresto, in flagranza di reato, ulteriori 7 persone, sequestrando oltre 2 chilogrammi di droga di vario genere (cocaina, hashish e marijuana) e un’arma clandestina con le relative munizioni.

Inoltre, sono state registrate transazioni economiche inerenti ai traffici illeciti poste in essere dagli indagati per oltre mezzo milione di euro, da cui è scaturita l’emissione di un decreto di sequestro preventivo per pari importo.

I NOMI

La richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura riguarda: Vincenzo Aloi, 25 anni, Guardavalle; Concetta, Battaglia 51 anni, Soverato; Marco Ciano, 33 anni, di Satriano; Raffaele Campagna, 28 anni, di Guardavalle; Agazio Geracitano, 20 anni di Guardavalle; Ozan Kanat 24 anni, di Soverato; Michel Leoci, 24 anni, di Milano; Matteo Maida, 23 anni, di Soverato; Mauro Masciari, 25 anni, di Davoli.

Gianluca Meliti, 24 anni, di Soverato; Antonino Francesco Pittelli, 21 anni, di Soverato; Giuseppe Notaro, 32 anni, di Davoli; Pietro Procopio, 30 anni, di Davoli; Adriano Larry Rizzo, 28 anni, di Soverato; Andrea Lucio Rizzo, 25 anni, di Soverato; Giulio Moreno Rizzo, 27 anni, di Soverato; Ettore Rositani, 32 anni, di Montauro; Simone Rocco Russomanno, 24 anni, di Soverato;

Davide Stumpo, 24 anni, di Soverato; Teclehaimanot Tsegay, 32 anni, di Milano; Paola Vaccaro, 26 anni, di Montepaone; Marco Verdiglione, 24 anni di Stilo; Angelo Gagliardi, 24 anni, di Guardavalle; Italo Salines, 44 anni di Montepaone; Giuseppe Strati, 26 anni, di Sant’Andrea Apostolo; Fabrizio Bensi, 19 anni di Davoli; Antonio Bressi, 33 anni, San Sostene;

Francesco Galati, 42 anni, di Guardavalle; Antonio Grande, 45 anni, di Isca sullo Ionio; Vincenzo Longo, 30 anni, di Isca sullo Ionio. Leonida Antonio Montagna 50 anni, di Soverato; Romano Ponzo, 48 anni di Soverato; Orlando Giacomo Screnci 52 anni, di Soverato; Annalisa Tortorelli, 38 anni, di San Sostene; Moreno Tortorelli, 45 anni, di San Sostene.

Il gip distrettuale Barbara Saccà ha fissato l’udienza preliminare in camera di consiglio per il prossimo 9 marzo nell’aula C del palazzo di Giustizia di Catanzaro.