Ospedale Lamezia, i precari chiedono la stabilizzazione

In Sanità, Ultime notizie On
Ospedale Lamezia, i precari chiedono la stabilizzazione

Aspettano da dieci anni la stabilizzazione. Sono i precari dell’Asp che stamattina hanno protestato davanti all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia.

Medici, infermieri, tecnici, a reclamare la regolarizzazione lavorativa i rappresentanti di tutte le categorie coinvolte nel sistema sanitario locale.

I manifestanti chiedono l’assunzione da tempo determinato a indeterminato per farla finita con lunga sequenza durata un decennio dei contratti rinnovati ogni volta di mese in mese, di anno in anno.

Inoltre, i manifestanti hanno ricordato che l’8 giugno scorso il dg dell’Asp Giuseppe Perri ha chiesto agli uffici preposti la stabilizzazione dei precari in questione entro il prossimo 30 giugno.

Una richiesta che, a quanto affermato dagli operatori sanitari che hanno indetto la protesta sembra essere caduta nel vuoto, vista la non reazione degli uffici che dovrebbero procedere alla regolarizzazione del personale.

I manifestanti hanno anche evidenziato un’altra circostanza e cioè che a breve andranno a fare un concorso a Catanzaro, quindi potrebbero essere assorbiti dalle strutture del capoluogo.

In questo caso l’ospedale lametino perderebbe ulteriormente del personale.

Oppure, gli stessi precari, potrebbero essere scavalcati da altri potenziali vincitori di concorso e quindi perdere la loro ultima occasione di stabilizzazione.

Redazione

Articoli Correlati

Domani si apre il sipario sul Wedding Open Day

  Wedding Open Day, una domenica dedicata alle coppie che intendono sposarsi (altro…)

Read More...

Codacons: “Violenza in classe: videosorveglianza in tutte le scuole”

LAMEZIA. "Installare subito sistemi di videosorveglianza in tutte le strutture scolastiche italiane. (altro…)

Read More...
Emergenza rifiuti Lamezia Terme

Lamezia, Daneco Impianti annuncia rallentamenti nella raccolta rifiuti

La Lamezia Multiservizi spa rende noto che la Società Daneco impianti in liquidazione ha comunicato al Dipartimento Ambiente della

Read More...

Mobile Sliding Menu