LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Pareggio per l’Ecosistem Lameziasoccer col Casali del Manco

3 min read

Prima trasferta e primi punti esterni per l’Ecosistem Lameziasoccer che tiene a battesimo l’esordio casalingo del Casali del Manco in un derby che si sarebbe dovuto giocare il 24 ottobre

Causa indisponibilità dell’impianto di Casali d.M. la gara si è giocata al Palaferraro di Cosenza davanti a pochi intimi tesserati per le disposizioni della Divisione.

Alla fine la spartizione dei punti non accontenta nessuno; i padroni di casa per essere stati per ben quattro volte avanti salvo poi farsi raggiungere dagli ospiti che a loro volta erano riusciti a mettere la testa avanti ma, nel finale, si sono fatti sorprendere da una giocata con il quinto di movimento.

Mister Carrozza parte con Sperlì in porta e Caffarelli, Morelli, De Masi e Deodato di movimento, in pratica lo stesso quintetto iniziale di sabato scorso.

Sul lato opposto mister De Marchi schiera Cuconato in porta con Rovito, Fortino, Gerbasi e Milano di movimento.

Partenza in salita per gli orange che soffrono tantissimo e non riescono ad uscire dalla propria metà campo pressati dagli avversari che sfiorano diverse volte la marcatura, la risposta dei lametini si spegne su un palo colpito da Deodato. Sperlì sembra invalicabile ma dopo 5’ e 35” è costretto a capitolare su una giocata finalizzata da Scarcello che anticipa l’avversario e scarica in rete dalla sinistra.

Subito il gol i lametini cominciano a sciogliersi, qualche errore di meno in uscita consente di mettere a frutto il gioco, conquistare campo e, su un calcio d’angolo di De Masi, Scervino batte al volo e supera Cuconato. La gara si fa piacevole e le occasioni non mancano. Padroni di casa ancora avanti un minuto e mezzo dopo con Rovito che si invola sulla destra salta due avversari ed in diagonale trova l’angolino opposto nonostante un leggero tocco di Sperlì.

Trenta secondi dopo arriva il pareggio dell’Ecosistem con una stupenda rete del giovane De Masi. L’orange scambia poco fuori la propria area con Mantuano, altro giovanissimo, e si va a proporre in avanti. Puntuale arriva la palla a scavalcare del compagno che De Masi colpisce al volo di sinistro ad incrociare sul palo opposto e niente da fare per l’estremo avversario. Gol stupendo da cineteca delle due giovani promesse lametine. Applausi!

Nuovo vantaggio dei padroni di casa che in transizione colpiscono con Fortino dalla sinistra che scavalca Sperlì in uscita. Manca ancora tanto al riposo ma nessuna delle due squadre riesce a concretizzare.

Al ritorno in campo Ecosistem subito in gol con Deodato che sfrutta nel migliore dei modi un suggerimento di Caffarelli. Gioia del pareggio che dura poco; meno di quaranta secondi ed i padroni di casa sono di nuovo avanti. Ripartenza dei gialloverdi con l’ex Gerbasi chiamato a spingere in rete una palla facile facile senza esultare per rispetto della ex squadra.

Ripresa che inizia quindi scoppiettante e senza fiato. Tant’è che non passa molto e l’Ecosistem pareggia con un’altra perla di De Masi. L’estroso orange chiede l’uno-due a Montesanti in posizione di pivot e finalizza, in mezzo a tre avversari, con pallonetto a scavalco su Cuconato in uscita.

Non ci si annoia; tra errori e belle giocate si resta senza fiato.

La squadra di Carrozza concretizza il lavoro della seconda metà con la quinta rete che arriva a 7’ e 45” dal termine. È Deodato a concretizzare un calcio d’angolo dopo una ribattuta della difesa. A questo punto i lametini ci credono e sembrano avere nelle corde la forza per chiudere la gara ma non riescono finalizzare per vari motivi. Quando mancano più di tre alla fine i padroni di casa tentano la carta del quinto di movimento ed hanno ragione. La difesa lametina offre un buco che Milano sfrutta alla perfezione e d è tutto da rifare per entrambe.

Nel finale affiora anche un po’ di stanchezza ed il risultato non si schioda più con le due squadre che muovono la classifica.