LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Plauso del sindaco Mascaro alla ricercatrice lametina Federica Moraca

2 min read
federica moraca

Con estremo orgoglio, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale di Lamezia Terme, esprimo immensa soddisfazione nell’apprendere che la lametina Federica Moraca è tra i principali co-autori di una ricerca scientifica a cui va il merito di aver identificato nuovi target molecolari in grado di impedire l’ingresso di SARS-CoV-2 nelle cellule umane

Lo studio è stato portato avanti dal gruppo di ricercatori dell’Università “Federico II” di Napoli, della quale la nostra concittadina fa parte, e dell’Università di Perugia.

La notizia balzata su molte testate nazionali riempie di speranza per l’importante traguardo della ricerca e rappresenta motivo di legittimo orgoglio per la nostra città, rappresentata in maniera magistrale da Federica.

Accade spesso infatti che, nei momenti più difficili a livello mondiale, la nostra terra emerga con la mente e l’ingegno dei suoi figli che, come la valente Federica Moraca, mostrano la loro caparbietà e determinazione che rimanda alla bellezza umana e storica della Calabria.

Siamo fieri di aver letto accanto al nome della giovane dottoressa quello della nostra Città e ciò richiama, oltre all’emozione di una intera comunità, il dovere di noi amministratori di lavorare con impegno affinché i nostri giovani possano avere la possibilità di rinvenire nella città natale la giusta sede per esprimere il grande talento e la immensa professionalità di cui dispongono senza dover forzatamente emigrare.

A Federica, che ha iniziato il suo percorso di studi proprio in Calabria, va il nostro sostegno e la nostra gratitudine, augurandole di continuare il suo sogno di ricercatrice con il pensiero rivolto a quella Lamezia Terme che oggi per lei gioisce inorgoglita.

Sia Federica esempio per tanti suoi coetanei, ricordando loro che lo studio e la cultura sono gli unici antidoti per sconfiggere ogni sorta di virus, non solo quelli nocivi alla salute ma anche e soprattutto quelli che ledono e pregiudicano la crescita della nostra società.