Presentazione Premio Capo Suvero 2018, svelato l’elenco dei premiati

In Eventi&Cultura On
- Updated
presentazione Premio Capo Suvero 2018

È stata resa nota nella conferenza stampa di presentazione la lista delle personalità calabresi che il 1° settembre riceveranno il Premio Capo Suvero 2018. Ritireranno il riconoscimento, tra gli altri, Carlo Tansi, Klaus Davi ed Eugenio Guarascio. Una targa anche ai genitori della vittima di ‘ndrangheta Matteo Vinci, ucciso da un’autobomba a Limbadi il 9 aprile scorso.

 

Valori e intelligenze dalla nostra terra: questo lo slogan con il quale si presenta la quinta edizione del Premio Capo Suvero. La conferenza stampa di presentazione del premio, istituito dalla Pro loco di Gizzeria Capo Suvero, si è svolta questo pomeriggio all’agriturismo “Torre dei Cavalieri” in contrada Mortilla di Gizzeria.
Il riconoscimento è attribuito annualmente alle eccellenze calabresi che si sono contraddistinte in vari campi del mondo del lavoro. I giornalisti Piera Dastoli e Massimo Mercuri hanno presieduto l’incontro di presentazione con la stampa, con la coordinazione della giornalista Maria Scaramuzzino e il supporto di Pina Fragale, presidente della Pro loco di Gizzeria Capo Suvero, e Paolo Nicolazzo, segretario di tutte le Pro loco della regione.
Un evento che non consiste solamente in una premiazione fine a se stessa, ma che rappresenta un vero atto di «promozione del territorio e valorizzazione delle eccellenze che la Calabria ha – sostiene Maria Scaramuzzino – Una occasione per conoscere i personaggi che danno lustro alla regione.»

I premiati della quinta edizione

È toccato a Massimo Mercuri l’onore di annunciare agli organi d’informazione presenti i nomi dei vincitori che il 1° settembre riceveranno il Premio Capo Suvero 2018.
Saranno premiati: Klaus Davi, massmediologo e giornalista, per il suo costante impegno nella creazione di reportage sulla lotta alla ‘ndrangheta;
Carlo Tansi, capo della Protezione civile della regione Calabria;
Antonio Barillà, inviato della «Stampa» di origini calabresi;
per quel che riguarda il mondo dello sport il riconoscimento andrà a Eugenio Guarascio, presidente del Cosenza calcio, per i risultati calcistici culminati con la promozione dei rossoblù in Serie B dopo quindici anni di assenza, e all’ex calciatore Salvatore Miceli, originario di Paola, che nella lunga carriera sportiva tra Serie A e B ha vestito anche le maglie di Venezia, Napoli, Piacenza, Sampdoria e Catania;
per la medicina il premio andrà alla dottoressa Teresa Calimeri, oncologa al San Raffaele di Milano;
per la magistratura sarà premiato Giuseppe Buffone, magistrato originario di Gizzeria, per anni al tribunale di Milano e ora al ministero di Grazia e Giustizia;
per quel che concerne il mondo dell’imprenditoria saranno premiati Floriano Noto, imprenditore del settore alimentare, e Nuccio Caffo, che con il suo marchio di distillerie ha valicato i confini nazionali.

Il ricordo di Matteo Vinci

Una targa sarà riconosciuta, infine, alla famiglia di Matteo Vinci, Il quarantatreenne biologo ucciso da un’autobomba a Limbadi il 9 aprile scorso. La vittima della criminalità organizzata sarà ricordata alla presenza dei genitori, i signori Francesco e Rosaria Vinci, e del legale Giuseppe De Pace.
Un elenco di premiati che, come dice Piera Dastoli, «mettono quotidianamente in gioco le loro vite, le loro professioni, le loro famiglie, per dare una spinta a chi verrà», alle future generazioni. Personaggi che rappresentano «un orgoglio per la nostra Calabria», sottolinea Mercuri.

Il nuovo progetto della Riviera dei tramonti

Un spazio della presentazione è stato dedicato alla neonata associazione di promozione turistica Riviera dei tramonti. Giampiero Scarpino, presidente onorario dell’associazione, ha esposto l’idea che si prepone l’obiettivo di unire sotto uno stesso grande progetto tutte le città che vanno da Curinga a Nocera Terinese, con l’intenzione di allargarsi a nord fino ad Amantea e a sud fino a Pizzo. Il progetto Riviera dei tramonti mira in alto e punterà ad abbracciare tutte le strutture ricettive e gli operatori turistici della costa tirrenica catanzarese.

Il Premio Capo Suvero 2018 in tv

In chiusura Massimo Mercuri ha ricordato che la premiazione di sabato 1° settembre del Premio Capo Suvero sarà trasmessa a livello nazionale su Padre Pio Tv (canale 145 del digitale terrestre) e su Sky (al canale 852); inoltre prenderà parte alla serata Luca Galtieri, inviato del programma tv Striscia la notizia, che curerà un servizio sulla rassegna.

Antonio Pagliuso

Articoli Correlati

Taverna, incendio in un’abitazione: nessun danno alle persone

TAVERNA. Incendio in un’abitazione nel comune di Taverna in via Via Giuseppe Cua. Le fiamme, la cui origine è

Read More...
Istituto Einaudi - LameziaTermeit

Lamezia, nuovo corso di studi su gestione delle acque e ambiente

Sarà attivato all’Istituto IPSSAR "L. Einaudi” di Lamezia Terme, a partire dal prossimo anno scolastico 2019/20, un nuovo indirizzo

Read More...

Catanzaro, al Politeama ritorna il premio “Cassiodoro il grande”

CATANZARO. Domani, sabato 15 dicembre alle 10.30, al Teatro Politeama di Catanzaro, ritorna l’appuntamento con il Premio “Cassiodoro il

Read More...

Mobile Sliding Menu