Presentata nella sede di Lamezia Terme la Lega giovani Calabria

In Politica, Ultime notizie On
- Updated
Presentata nella sede di Lamezia Terme la Lega giovani Calabria

Il roccellese Carmine Bruno nuovo coordinatore regionale

A presentare il gruppo il responsabile regionale Carmine Bruno che si dichiara emozionato per l’incarico ma è convinto di fare bene perché vede un gruppo coeso e desideroso di partire da subito, prova ne è che il 30 luglio, con oltre 30 gradi tante persone da tutta la Calabria hanno tenuto ad essere presenti alla “prima” piuttosto che andare al mare o comunque altrove.

Si partirà dalle idee, dal gruppo, i temi dovranno essere condivisi da tutti. Si partirà ovviamente dal lavoro, perché in una regione che conta il 60% di disoccupazione giovanile è questa la priorità, e quindi si porteranno sicuramente le istanze relative a questo tema. Verrà creata una struttura con i coordinatori provinciali e quindi con i coordinatori cittadini affinché la comunicazione sia fluente in tutti gli aspetti.

Angelo Greco - Andrea Crippa - Carmine Bruno
Angelo Greco – Andrea Crippa – Carmine Bruno

A fare gli onori di casa il segretario provinciale Angelo Greco che delinea il suo nuovo impegno, che parte dal motto della Lega: idee, cuore e coraggio.
Questo slogan rappresenta in pieno da dove è partita la Lega in Calabria, – precisa Greco – da 4 “moschettieri”, che facendo un lavoro immenso hanno permesso a tutti di essere presenti questa sera, a partecipare a questa prima riunione con entusiasmo, e mi auguro che questo entusiasmo rimanga nel tempo.
Questo gruppo è cresciuto con la militanza, giorno per giorno, attraverso le idee e i progetti, e da queste basi dobbiamo partire.

 

A portare i saluti del leader Matteo Salvini il coordinatore nazionale dei giovani Andrea Crippa che non si aspettava tutta quella affluenza e calore.
Anche lui ha ricordato i primi periodi di militanza, quando in pochi credevano nel partito e nelle sue idee, ma grazie alla determinazione e alla validità del progetto politico, sono riusciti a portare il movimento dal 3,8% al quasi 30% (secondo i sondaggi delle varie agenzie) di oggi.

L’invito che fa a tutti i giovani è quello dell’impegno e della costanza, credere nel progetto leghista e portarlo avanti, perché è questo l’unico modo per fare una rivoluzione, che è quello di cui ha bisogno la Calabria in questo momento.
Ma le rivoluzioni non si fanno più con la spada, ma attraverso la realizzazione di progetti e idee.
Chiude la serata il “padrone di casa”, l’onorevole Domenico Furgiuele, deputato alla Camera e coordinatore regionale del partito, il primo insieme ad altri tre militanti, a credere nella Lega quando tutti lo vedevano come un partito che aveva a cuore solo le sorti del Nord.

Ma la lungimiranza, unita alla passione politica e alla validità e serietà delle persone, ha portato la Lega ad essere oggi il primo partito in Italia.

Redazione

Articoli Correlati

Il piccolo Manuel torna a casa dopo mesi di cure al Bambin Gesù

CURINGA. Il 22 aprile scorso era stato investito da un’auto mentre faceva retromarcia vicino alla sua casa. L’impatto gli

Read More...

Fallimento Reggina Calcio, sequestrati i beni a Foti e Ranieri

REGGIO CALABRIA. Beni mobili e immobili per oltre 3 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza

Read More...

Lamezia,”Tributo a Maria” concerto di musica sacra dedicato alla Madre di Dio

LAMEZIA. Nell’ambito dei festeggiamenti del 50^ anniversario del Movimento Vivere In, il Cenacolo Virgo Pulchritudinis in Lamezia Terme ha

Read More...

Mobile Sliding Menu