Mercoledì 8 Luglio 2020

LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

Quinta bolgia: il Riesame rimette in libertà l’ex dg Giuseppe Perri

1 min read
motori-lamezia

Il Tribunale del Riesame ha rimesso in libertà l’ex direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale Giuseppe Perri, il quale dal 12 novembre scorso era ai domiciliari per l’inchiesta “Quinta bolgia”. Il Riesame ha accolto così l’istanza di scarcerazione presentata dall’avvocato dell’ex dg, Antonio Larussa. Perri (65 anni) da qualche mese in pensione, era accusato di abuso d’ufficio. L’inchiesta “Quinta bolgia” ha disvelato presunte connivenze  tra i vertici dell’azienda sanitaria provinciale, alcuni esponenti politici locali e due imprese di pompe funebri (Rocca e Putrino).


Queste ultime, secondo gli inquirenti, erano affiliate al clan ‘ndranghetistico Iannazzo.  Il Tribunale del Riesame presieduto da Giuseppe Valea, nei giorni scorsi, ha rimesso in libertà anche l’ex deputato Giuseppe Galati, a cui però è stata applicata la misura del divieto di dimora in Calabria. Il reato attribuito a Galati è stato riqualificato da ‘abuso d’ufficio’ a ‘tentato abuso d’ufficio’. Dopo gli arresti del 12 novembre scorso sono nuovamente in libertà anche l’ex dirigente dell’Asp Giuseppe Pugliese e il dipendente dell’azienza Rocca, Pasquale Reillo.