LameziaTerme.it

Il giornale della tua città

L’Artista lametino Raffaele Mazza al New York International Art Expo

2 min read
New York International Art Expo

New York International Art Expo

Grande attesa per l’imminente mostra New York International Art Expo che verrà inaugurata domenica 11 marzo, in concomitanza con la prestigiosa Fiera d’arte Armory Show, presso il rinomato Hotel Michelangelo in 152 w 51st, situato proprio nel fulcro nevralgico della grande metropoli, il Times Square.

New York International Art Expo
New York International Art Expo

L’evento è organizzato da Salvo Nugnes, manager della cultura e presidente di Spoleto Arte e vedrà il contributo del Prof. Vittorio Sgarbi, del direttore del Museo Modigliani Alberto D’Atanasio, di Veronica Ferretti del Museo Buonarroti e di José, figlio del grande Artista Salvador Dalì.
In mostra un selezionato numero di opere, realizzate da oltre un centinaio di esponenti di talento del panorama artistico contemporaneo internazionale, tra cui nuovamente si conferma il lametino Raffaele Mazza, che è stato scelto dal comitato con l’opera “Cinque Livelli” un’opera scomposta in cinque pannelli, con “prospettiva curva”, spatolato acrilico, mistura e brillantini su tavola.
Il Presidente dell’associazione ha dichiarato: “Con questa esposizione vogliamo creare un ponte simbolico di collegamento e condivisione tra Italia e Stati Uniti d’America, dando libera diffusione alle forme espressive ed alla creatività cosmopolita.
I significativi risultati ottenuti anche con Miami meets Milano, che si è tenuta in dicembre, in concomitanza con Art Basel a Miami, ci inorgogliscono e ci inducono ad inserire stabilmente questi appuntamenti nel nostro calendario dei nostri eventi”.
Ha inoltre spiegato poi come le due città, seppur distanti fisicamente, siano simbolicamente e virtualmente unite da un profondo dinamismo e da uno spirito innovativo, in cui la diffusione dell’arte e della cultura rappresentano obiettivi primari.
Finalità di questo progetto, dall’impronta comunque cosmopolita, oltre a ribadire il ruolo fondamentale dell’arte italiana nel mondo, è quella di coniugare passato e presente, tradizione e innovazione con un’attenzione particolare anche alla contemporaneità.