LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Reale: necessario nuovo assetto amministrativo

2 min read
Errore, nessun ID annuncio impostato! Controlla la tua sintassi!

L’avevamo detto e scritto durante la campagna elettorale che le liste di Centro Destra erano state formate in modo tale da mettere a rischio nuovamente la città con un nuovo scioglimento.

italo realeComunicato Stampa
Avevamo ribadito che non erano necessarie condanne ma era sufficiente il sospetto di un rapporto di contiguità, di richiesta o di accettazione di voti per innescare un meccanismo difficile da bloccare.
Durante la campagna elettorale avevamo visto troppi candidati del Centro Destra che avevano come solo titolo per pretendere di essere eletti, la residenza, muoversi con arroganza e spregiudicatezza e forte è stata l’impressione che troppi soldi si stavano muovendo.
Oggi quindi siamo di nuovo di fronte ad indagini della Magistratura che contestano una nuova stagione di voto di scambio e la richiesta di voti alla “famiglie Lametine”.
Voglio essere chiaro. Condivido fino all’ultima parola l’intervento dei Gruppo Consigliere del Pd e ritengo una sciagura un nuovo scioglimento ma il punto è che non siamo noi che decidiamo essendo questo un atto di altissima Amministrazione del Governo.
Per questo il Pd ha richiesto un nuovo assetto amministrativo al di sopra di ogni sospetto ed una Giunta di altissimo livello morale e professionale che renda visibile l’estraneità della città rispetto a pratiche di condivisione o riconoscimento della delinquenza organizzata.
Lo hanno spiegato benissimo i Consiglieri del PD, non intendiamo entrare in una nuova Giunta ma chiediamo un Organo Amministrativo che possa essere sostenuto da tutto il Consiglio sotto ogni profilo.
Ovviamente, una tale modifica deve coinvolgere anche l’Organizzazione del Consiglio che deve accettare questo principio e richiedere un passo indietro, fino al chiarimento, a chi è stato chiamato in causa.
Non si tratta di una confessione ne di un riconoscimento di responsabilità ma la presa d’atto che la gravità del momento deve essere affrontata con la responsabilità che richiede.
Stessa richiesta va avanzata ai partiti del Centro Destra che devono sostenere ed invitare il Sindaco a questa scelta perché, finalmente convinti, che i voti comprati non sono democrazia ma sudditanza alla malavita.
Il Sindaco, su questa strada, ha avuto già il sostegno del Consiglio Comunale: vada avanti immediatamente se non vuole che l’unica alternativa siano le sue dimissioni.

Italo Reale

Click to Hide Advanced Floating Content