Referendum del 17 aprile: si garantiscano tutti i seggi elettorali!

In Politica On
- Updated

Destano forte preoccupazione le notizie riguardanti la probabile soppressione dei seggi elettorali di Magolà e Gabella a pochi giorni di distanza dal referendum contro le trivelle.

Vi è la dimostrazione, in entrambi i casi, della scarsa attenzione che l’Amministrazione Comunale continua a rivolgere verso le periferie cittadine e le frazioni montane.

Nel caso della soppressione del seggio elettorale di Gabella, poi, si tratterebbe del primo effetto negativo della vendita di beni comunali.

Infatti il seggio di Gabella si trova proprio nella ex scuola che il Comune ha recentemente messo all’asta e poi venduto ad un acquirente privato.

Interessi economici, dunque, a discapito dei diritti degli abitanti delle periferie che in questo caso vedranno penalizzato il diritto al voto proprio nella sua forma massima riconosciuta: il referendum.

Non ci stupiremmo se, in continuità con quanto sta facendo il governo centrale, le istituzioni locali boicottassero il referendum proprio per tutelare, in qualche modo, le grandi lobby del petrolio!

Non osiamo infatti immaginare le prese di posizione della politica cittadina se la chiusura di seggi fosse avvenuta in vista delle elezioni politiche o amministrative!

Auspichiamo dunque che l’Amministrazione Comunale si adoperi affinché il voto per il referendum avvenga senza ulteriori intoppi, garantendo i seggi previsti normalmente per le elezioni.

G. D.

Articoli Correlati

Allerta meteo, neve sulla Calabria centro-meridionale

Dalle prime ore di sabato 23 febbraio freddo in Calabria, con venti intensi e neve a quote molto basse

Read More...

Cardinale (Cz): minaccia e picchia il padre, arrestato 20enne

Per il giovane applicato anche il divieto di dimora (altro…)

Read More...
commissariato polizia lamezia terme

Lamezia, movida violenta: ennesima rissa con tre feriti e tre denunciati

LAMEZIA. Il commissariato di pubblica sicurezza, alla guida del dirigente Alessandro Tocco, sta ancora indagando sulla rissa avvenuta ieri

Read More...

Mobile Sliding Menu