Reggio Calabria. Omicidio Scopelliti, trovata l’arma del delitto

In Cronaca On
Reggio Calabria. Omicidio Scopelliti, trovata l'arma del delitto

Scoperto nel catanese il fucile con cui fu ucciso magistrato

REGGIO CALABRIA É stata trovata nel catanese l’arma con cui il 9 agosto del 1991 fu ucciso a Villa San Giovanni il giudice della Corte di cassazione Antonino Scopelliti. Si tratta di un fucile calibro 12.

A dare notizia del ritrovamento del fucile con cui fu ucciso il giudice Scopelliti é stato il Procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, a margine della cerimonia di commemorazione del magistrato.

La scoperta dell’arma risale ai giorni scorsi.

“É senza dubbio un passo in avanti – ha commentato Bombardieri – per raggiungere la verità. Il ritrovamento apre scenari importanti per appurare i responsabili di questo odioso crimine, confermando importanti recenti intuizioni investigative”.

La scoperta del fucile, su cui non sono stati diffusi particolari, é frutto di un’attività ispettiva mirata condotta dalla Dda di Reggio Calabria, con il supporto investigativo della Squadra mobile reggina.

Sono in corso adesso i necessari riscontri tecnici per consolidare il quadro investigativo.

Articoli Correlati

Barbanti (PD): La Città di Lamezia deve sapere che non è il Centro Protesi INAIL

Barbanti: Sul nostro ospedale D’Ippolito continua ad arrampicarsi sugli specchi

La fantasia la usa a piene mani il deputato Giuseppe D’Ippolito che cerca solo di mischiare le carte alla

Read More...

Cirò (KR). Neonato trovato morto nel giardino di una abitazione

Era stato sotterrato ed é emerso dal terreno durante alcuni lavori (altro…)

Read More...
“Diari Meridiani. Matera 2019, andata e ritorno” promossa dall’associazione Nish

“Diari Meridiani. Matera 2019, andata e ritorno”, il bilancio della rassegna

I numeri da soli non possono bastare a fotografare ciò che è stata l’iniziativa “Diari Meridiani. Matera 2019, andata

Read More...

Mobile Sliding Menu