La Regione presente ad Io sostenibile, il festival del mondo green e dell’economia circolare

In Attualità On
- Updated
La Regione presente ad Io sostenibile, il festival del mondo green e dell’economia circolare

FALERNA. “Quando ci siamo insediati abbiamo trovato una situazione che avrebbe scoraggiato chiunque. Oggi possiamo tranquillamente dire che la Calabria ha un piano regionale dei rifiuti, che la nostra regione ha finalmente elaborato e concretizzato un sistema per lo smaltimento ed il riciclo dei rifiuti così come avviene nel resto del Paese”.

Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Antonietta Rizzo intervenuta stamane al primo incontro che ha dato il via ad Io sostenibile, il festival del mondo green e dell’economia circolare in programma da oggi fino a domenica sul lungomare di Falerna, località turistica del Tirreno centrale.

Rizzo ha tenuto a puntualizzare che l’amministrazione regionale in carica non ha autorizzato nessuna discarica e che, attualmente, la percentuale della raccolta differenziata ha raggiunto il 45 per cento.

“Puntiamo al riuso totale del rifiuto – ha sottolineato l’assessore – abbiamo gettato le basi per un sistema circolare in cui il rifiuto viene considerato una risorsa”.
L’esponente della giunta regionale ha ribadito la vicinanza del governo calabrese a tutti i sindaci del territorio, a prescindere dal colore politico. Ciò, perché la politica di salvaguardia ambientale, la cultura del corretto smaltimento dei rifiuti e del riciclo parte prima di tutto dalle municipalità che sono i primi presidi istituzionali con cui il cittadino si interfaccia in ogni territorio.

Rizzo ha anche auspicato la creazione di un marchio per i rifiuti calabresi, appena il sistema circolare sarà attivo a pieno regime. Un comparto che prevede anche l’inceneritore di Gioia Tauro e la produzione di bio-gas.

A supportare l’intervento dell’assessore Rizzo anche l’approfondimento tecnico del dirigente dell’assessorato all’Ambiente, Antonio Augruso, il quale ha dettagliamente illustrato l’attività della giunta regionale in questo particolare settore, dando anche notizia delle gare di affidamento degli impianti che sono in via di attuazione.

Al primo panel che ha aperto Io sostenibile sono intervenuti esperti del settore e amministratori locali.
Alessandro Vescio, in rappresentanza di Comieco, ha spiegato l’attività del consorzio che si occupa di riciclo di carta e cartone e che, già da diversi anni, premia i comuni che eccellono nel riciclare i materiali composti da cellulosa. “Abbiamo stipulato 74 convenzioni in tutta la regione –ha affermato Vescio – in questi ultimi anni il riciclo della carta è aumentato di 10mila tonnellate. In Italia siamo penultimi ma, i buoni risultati raggiunti negli ultimi tempi, ci avvicinano molto alle altre regioni del Meridione. Inoltre Comieco dà anche dei contributi per la comunicazione, le campagne promozionali favore del riciclo”.

Salvatore Mazzotta, dg di Ecosistem Srl, ha raccontato l’attività trentennale dell’azienda che ha sede a San Pietro Lametino e che il sindaco di Falerna, Giovanni Costanzo, ha anche premiato con una targa.

Pasquale Allegro di Zero Waste Italy ha evidenziato che la produzione di rifiuti in Calabria è calata di 7mila tonnellate proprio perché negli ultimi anni è aumentata la differenziata, supportata da mirate campagne di sensibilizzazione.

Ercole d’Ippolito è intervenuto per la DBM International, una società che ha sede a Lamezia e che ha sperimentato un software avanzato per la raccolta differenziata evoluta dei rifiuti. Il software in questione si chiama Erredi ed è un valido strumento messo a disposizione dei comuni al fine di incentivare la differenziata e l’utilizzo delle isole ecologiche. Una modalità che consente al cittadino anche di ottenere delle premialità.
Fabio Scionti, sindaco di Taurianova ha presentato la nuova realtà del comune del reggino, fino a qualche anno fa conosciuto come uno dei più sporchi, ed ora comune virtuoso dove la differenziata è arrivata al 67 per cento. Un salto di qualità importante che ha portato anche alla creazione del marchio “Meno rifiuti” e della composteria di comunità.

Stefania Celeste, assessore del comune di Villapiana ha rimarcato l’importanza di implementare la differenziata facendo campagna di sensibilizzazione già nelle scuole. La cittadina della Sibaritide ha anche instaurato rapporti di proficua e sinergica collaborazione con il Conai e altri consorzi che riescono ad attivare sul territorio azioni di informazione e formazione molto incisive per la diffusione di una nuova mentalità, di una nuova cultura della sostenibilità ambientale.

Il festival del mondo green, che si articola in tre giornate dedicate a queste importanti tematiche, ha il patrocinio del Comune di Falerna, della Provincia di Catanzaro, della Regione Calabria e dell’Unione dei Comuni Monti Ma. Re.

A collaborare all’iniziativa anche l’associazione Pellegrino Artusi e il Rotary Club del Reventino.

Costanzo che è anche consigliere provinciale, si è detto soddisfatto della buona riuscita del primo panel che ha introdotto il festival e che ha rappresentato gli ‘stati generali dei rifiuti in Calabria’, ovvero un modello di sviluppo partecipato per una nuova economia sostenibile.

Redazione

Articoli Correlati

Taverna, incendio in un’abitazione: nessun danno alle persone

TAVERNA. Incendio in un’abitazione nel comune di Taverna in via Via Giuseppe Cua. Le fiamme, la cui origine è

Read More...
Istituto Einaudi - LameziaTermeit

Lamezia, nuovo corso di studi su gestione delle acque e ambiente

Sarà attivato all’Istituto IPSSAR "L. Einaudi” di Lamezia Terme, a partire dal prossimo anno scolastico 2019/20, un nuovo indirizzo

Read More...

Catanzaro, al Politeama ritorna il premio “Cassiodoro il grande”

CATANZARO. Domani, sabato 15 dicembre alle 10.30, al Teatro Politeama di Catanzaro, ritorna l’appuntamento con il Premio “Cassiodoro il

Read More...

Mobile Sliding Menu