Richiesta alla Regione la convocazione del partenariato dell’Osservatorio sull’Agricoltura Sociale

In Calabria, Politica On
- Updated

Dopo l’approvazione dell’Osservatorio regionale sull’Agricoltura Sociale, da parte della Giunta regionale ai sensi dell’Art. 7 della Legge 141/ 2015 con Delibera n. 511 del 16 dicembre 2016, l’Acli Terra Calabria chiede alla Regione di convocare urgentemente il suo partenariato per avviare progetti a favore delle famiglie e dell’inserimento socio-lavorativo dei disabili, le fasce deboli maggiormente bisognose di solidarietà.

Pino Campisi«È da tempo – afferma il presidente di Acli Terra Calabria Pino Campisi – che la crescita economica è stagnante, la disoccupazione è drammaticamente in aumento, la povertà assoluta delle famiglie è ormai a livelli insopportabili. E, in questo contesto, sono le persone diversamente abili e le famiglie a dover sopportare condizioni di grande difficoltà». L’Osservatorio sull’Agricoltura Sociale rappresenta, per Acli Terra Calabria, il primo strumento legislativo atto a dare una risposta urgente alla domanda di sostegno sociale e di inserimento lavorativo di soggetti che soffrono particolarmente le problematiche legate alla disabilità mediante la proposta di iniziative specifiche. Pertanto l’Osservatorio – sostiene Campisi –  dovrà sollecitare e aprire Spazi di opportunità, l’avvio delle procedure attuative con il Por 2014/2020 e i bandi afferenti la Misura 6.4.1 «sostegno alla diversificazione e multifunzionalità delle aziende agricole».  L’intervento auspicato – per Campisi –  va in direzione delle «attività legate all’agricoltura sociale con l’obiettivo di sviluppare nuovi prodotti e nuove funzioni d’uso, la trasformazione e la vendita di prodotti». Nello specifico si deve sostenere l’agricoltura sociale, i servizi educativi, i piccoli impianti di trasformazione e vendita di prodotti aziendali in linea con le politiche per quelle famiglie bisognose di interventi   efficaci e fruttuosi. La Conferenza Episcopale sul futuro del lavoro e dei giovani si orienta verso l’Agricoltura Sociale che può dare un primo segnale di impegno per generare economia, inclusione sociale e lavoro. Anche la Regione può promuovere subito, nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale, specifici interventi per la multifunzionalità delle imprese agricole, in particolare la progettazione integrata territoriale e lo sviluppo dell’agricoltura sociale. Questione sociale e questione familiare dovranno far parte della tematica centrale per una buona attuazione di quanto prevede l’Osservatorio in Calabria che si compone di un solido partenariato: i Dipartimenti Agricoltura, Sviluppo Economico e Lavoro, Turismo e beni culturali; Soggetti Pubblici come Anci, Upi, Ufficio Scolastico Regionale, il Prar (Provveditorato regionale amministrazione penitenziaria), i Centri di Giustizia Minorile, l’Ufficio Uepe; Arsac, Organizzazioni Professionali Agricole, AIiab, Forum Terzo Settore, Legacoop, AssoGal, Forum regionale agricoltura sociale, Confcooperative, Csv, Rete delle Fattorie Sociali.

LINA LATELLI NUCIFERO

 

Articoli Correlati

Fine dei Romanov foto famiglia a colori

Cento anni dalla tragica fine dei Romanov

La notte del 17 luglio 1918, cento anni fa, a Ekaterinburg viene giustiziato lo zar Nicola II con tutta

Read More...
Asp Catanzaro: avviato l'acquisto in leasing di 14 ambulanze da dislocare in tutta la provincia

Asp Catanzaro: avviato l’acquisto in leasing di 14 ambulanze da dislocare in tutta la provincia

La Stazione Unica Appaltante della Regione Calabria, su richiesta dell'Asp di Catanzaro, ha avviato la  procedura di gara in

Read More...
Triangolare benefico Emotion, il ricavato devoluto all'associazione per la neurogenetica

Triangolare benefico Emotion, il ricavato devoluto all’associazione per la neurogenetica

LAMEZIA. E’ stato devoluto all’associazione per la ricerca neurogenetica il ricavato del triangolare tra le compagini di Milan, Inter

Read More...

Mobile Sliding Menu