Ritrovata una discarica abusiva dalla Polizia di Stato, un denunciato

In Cronaca On
- Updated

Una vera e propria discarica abusiva di veicoli, rottami, pneumatici e rifiuti speciali rinvenuta a Catanzaro, in una zona a sud della città, la scoperta è stata fatta qualche giorno fa dalla Polizia di Stato del Commissariato Sezionale di Catanzaro Lido.
Il ritrovamento è avvenuto durante i servizi di controllo del territorio quotidianamente disposti dalla Questura ed ha visto anche la collaborazione della Squadra di polizia giudiziaria del Compartimento Polstrada della Calabria.
Durante la perlustrazione, nell’area esterna adiacente ad una palazzina di edilizia popolare, i poliziotti hanno rinvenuto circa dieci autoveicoli, pneumatici, parti di autoveicoli, liquami di vario genere e materiali oleosi.
Il tutto si trovava in completo stato di abbandono, l’area adibita come a zona di attività di rottamazione non autorizzata ma, soprattutto, costituiva una vera e propria discarica abusiva, con materiali, qualificati come rifiuti speciali, a diretto contatto col terreno, senza alcuna precauzione.
Alla luce di quanto scoperto la Polizia ha provveduto al sequestro delle autovetture rinvenute sull’area, nonché a denunciare alla competente Autorità Giudiziaria V. V. 34enne di etnia rom, catanzarese, perché responsabile di gravi violazioni sulla normativa ambientale, depositando, sul nudo terreno e in area di proprietà comunale, in modo incontrollato e sprovvisto di regolare titolo autorizzativo rifiuti speciali e pericolosi.

Articoli Correlati

polizia

Isola Capo Rizzuto (KR). Bruciava sterpaglie, denunciato

Ha detto che l'ha fatto per riscaldarsi (altro…)

Read More...
Gimigliano (CZ). Incendio bosco e macchia mediterranea

Gimigliano (CZ). Incendio bosco e macchia mediterranea a loc. Trearie (Video)

Nel pomeriggio di mercoledì 21 agosto un vasto incendio di bosco e macchia mediterranea alta ha interessato la zona

Read More...
Corigliano-Rossano. Liquami in mare, sequestrata condotta

Corigliano-Rossano. Liquami in mare, sequestrata condotta

Denunciate sei persone tra amministratori e responsabili del settore (altro…)

Read More...

Mobile Sliding Menu