Rosarno: sequestrati beni per 3,5 milioni a imprenditore affiliato a cosca

In Cronaca, Ultime notizie On
- Updated

L’uomo venne arrestato durante l’operazione Ares

ROSARNO. Ammonta a circa 3,5 milioni il valore dei beni sequestrati dai carabinieri di Gioia Tauro a Giuseppe Nasso, 40enne imprenditore di Rosarno.

Sequestrati denaro contante, conti correnti, polizze assicurative e un’impresa individuale, comprensiva di tutto il compendio aziendale, e beni immobili.

L’uomo era stato arrestato nell’operazione Ares, scattata nell’estate scorsa con l’arresto di 45 appartenenti alle cosche di ‘ndrangheta dei Cacciola e dei Cacciola-Grasso.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Reggio Calabria, hanno permesso di appurare la partecipazione di Nasso, arrestato con l’accusa di associazione mafiosa, alla cosca Cacciola-Grasso. Le medesime indagini hanno quindi portato all’esecuzione del sequestro.

Durante l’esecuzione del provvedimento a suo carico, i carabinieri hanno trovato, nascosto in un controsoffitto del suo negozio di ferramenta, circa un milione di euro, suddivisi in mazzette e confezionati all’interno di pacchi sottovuoto.

Articoli Correlati

Incidente stradale sulla tangenziale Ovest

Catanzaro. Incidente stradale sulla tangenziale Ovest

Un incidente stradale è avvenuto poco fa sulla tangenziale Ovest nel comune di Catanzaro (altro…)

Read More...
Salvatore De Biase - LameziaTerme,it

De Biase incontra il Commissario Asp Fico: ora avanti col Centro Protesi Inail

Si è svolto Venerdì 15 Marzo un incontro istituzionale tra il Presidente del Consiglio comunale Salvatore De Biase e

Read More...
La lametina De Fazio protagonista al torneo europeo di Catania

La pugile lametina Francesca De Fazio riconvocata in nazionale

Grande gioia e soddisfazione per il pugilato lametino che vede iniziare la stagione 2019 con la chiamata in nazionale

Read More...

Mobile Sliding Menu