LameziaTerme.it

Il giornale della tua città


Rubino: illuminazione pubblica, Commissari seguano DUP istituito da amministrazione Mascaro

2 min read
rosy rubino

Meno di anno fa l’amministrazione Mascaro, nel prendere atto delle disastrose condizioni in cui versava la pubblica illuminazione in città, aveva approvato un Documento di Programmazione specificando come fosse necessario un intervento radicale garantito con risorse ottenute grazie al project financing

Comunicato Stampa

Si trattava di una scelta caratterizzata da un approccio di modernità amministrativa e fondata sulla portata degli investimenti necessari, le casse comunali, come è noto, sono gravate da una storia precisa e da una moltitudine di esigenze ed emergenze cui fare fronte.

Purtroppo dobbiamo constatare che nulla è cambiato ed oggi l’obiettivo della terna Commissariale e degli uffici competenti sembra essere quello di affidare il servizio di gestione della pubblica illuminazione del comune di Lamezia Terme mediante il Servizio luce 4 di Consip S.p.a.

Servizio Luce 4, come si evince dal portale di Consip è stato aggiudicato in data 28/12/2020 alla City Green Light S.r.l. spin-off del Gruppo Gemmo con sede in Vicenza, a 1100 km dal nostro territorio.

Qualche settimana fa, molti cittadini hanno notato – per le vie della nostra città – personale impegnato nel rilievo dei punti luce; dalla divisa degli operai la ditta che stava effettuando i rilievi sembrava essere la “Kernel S.r.l.” con sede in Vibo Valentia, non facente capo al gruppo Gemmo e fino a qualche tempo fa impegnata nel settore dell’informatica.

Rivolgiamo, dunque, ai commissari alcune domande.

Che legame sussiste tra la Kernel S.r.l. (che sembra stia effettuando i rilievi dei punti luce) e la società che si è aggiudicata il Servizio Luce 4 nel nostro territorio?

Gli uffici conpetenti hanno verificato, cosi come previsto dal codice degli appalti, il possesso delle certificazioni e delle qualifiche idonee a svolgere tale servizio di chi opera sulla proprietà comunale?

Realmente si vuole affidare il servizio di gestione di illuminazione pubblica mediante un servizio obsoleto e arcaico: Servizio Luce 4 ?!

Perché non proseguire con quanto già statuito dall’amministrazione Mascaro nel DUP 2020-2022, ovvero mediante Project Financing?

E’ una questione di merito, il Project Financing assicurerebbe un servizio migliore in termini qualitativi, con interventi programmati e modulati sulle specifiche esigenze della nostra città.

Servizio Luce 4 è invece un pacchetto preconfezionato per la maggior parte dei comuni Italiani, prevede la mera sostituzione degli apparecchi luminosi; a Lamezia Terme, come è noto, c’è la pressante esigenza di un intervento di ridefinizione, ripristino, riorganizzazione e, verrebbe da dire, “restauro” degli impianti di pubblica illuminazione.

Un progetto insomma in grado non solo di garantire luminosità ma, soprattutto, di dare luce ad un territorio che ne ha fortemente bisogno.

Ci auguriamo che la volontà espressa dalla precedente amministrazione con il DUP possa essere tenuta nella debita considerazione.

Rosy Rubino